Il mondiale a Hoh-bən, London

(Uberto D.)
Alla fine, dopo tanti parole, promesse e dubbi, è stata confermata la sede del match mondiale di Novembre tra Carlsen e Caruana: Londra (come annunciato), nelle sale del “The College” a Holborn. Attenzione: la pronuncia tradizionale londinese è “Hoh-bən” e non quella più spontanea, “Hol-burn”. I biglietti sono già in vendita, e non sono proprio economici (si parte da 45 sterline al giorno).

Essendo a Londra proprio nei giorni dell’annuncio, sono andato a vedere dove esattamente è “The College”. In effetti il palazzo, al numero 13 di Southampton Row, è centralissimo, a due passi dalla fermata della Metropolitana “Holborn”, dove transitano la Piccadilly Line (che arriva all’aeroporto di Heathrow) e la Central Line. Dal punto di vista scacchistico è anche a pochi metri di distanza dalla sede della London Chess League (il Citadines Apartment Hotel).

Il vecchio ingresso della “Central Saint Martin’s College of Art and Design”, con la targa a ricordo di William Lethaby, primo preside (Foto di Uberto Delprato)

Tutto bello, anche se oggi non si può vedere nulla che suggerisca l’aspetto che avrà le sede di gioco durante il match. Del palazzo, già sede della “Central Saint Martin’s College of Art and Design“, ho potuto solo vedere gli esterni, per altro non particolarmente interessanti.

Prospettiva del “The College” come si presenta oggi (Foto di Uberto Delprato)

Con il suo solito stile roboante, WorldChess ha magnificato gli ambienti interni del “The College”; non ho potuto vederli di persona, ma è noto che vengano utilizzati correntemente per sfilate di moda e altri eventi mondani. Le foto che seguono sono tratte dal sito che promuove il “The College” per eventi pubblici.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Speriamo che gli organizzatori sappiano fare meglio, per gli spettatori, di quanto abbiano fatto a Berlino per il Torneo dei Candidati. Al momento ho qualche timore, vista la configurazione delle sale e la presenza della colonna centrale nella sala principale, timori confermati da un recente Tweet che llya Merenzon, CEO di World Chess, ha pubblicato riferendosi al torneo di Biel.

Il 16 Agosto è stata finalmente confermata la firma del contratto da parte di entrambi i giocatori. Ora possiamo attendere gli altri dettagli sull’organizzazione del match, sperando che venga tenuto conto degli spettatori dal vivo e non solo di quelli “digitali” che Merenzon valuta nel 99,99% dell’audience: non vorrei che gli spettatori venissero sistemati in stanze separate dalla sala di gioco, da dove seguire le partite solo tramite schermi.

Indipendentemente da quanto fatto per l’organizzazione degli eventi FIDE in precedenza (sono state sollevate parecchie critiche, come noto), spero davvero che dal 9 al 28 Novembre prossimi il mondiale di Londra verrà giocato nella cornice, con la promozione e con la visibilità che questo incontro merita.

L’edificio che ospita “The College” visto da Theobald’s Road (Foto di Uberto Delprato)

Mentre mi allontanavo su Southampton Row, ho notato un particolare interessante che, chissà, potrebbe forse essere un indizio su quello che vedremo nel match. Proprio dall’altra parte della strada rispetto a “The College”, c’è una graziosa viuzza (pomposamente chiamate “Avenue”), con un nome che a noi scacchisti suggerisce partite combattute e sacrifici. Sperare non costa nulla…

“Sicilian Avenue”: chi la imboccherà per primo tra Carlsen e Caruana? (Foto di Uberto Delprato)

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: