Carr e i castelli incantati

(UnoScacchista)
Il buon Topatsius, con il suo Scherzo di Carnevale, mi ha incuriosito. O, meglio, mi ha incuriosito questo G.Carr, figura contemporaneamente in grado di concepire un quesito particolare come quello che abbiamo visto martedì e di promuovere un’apertura così… diciamo… eccentrica come 1… h6. Per un inizio di Quaresima mi è sembrato un buono spunto di ricerca che, per fortuna, ha dato risultati interessanti.
George Shoobridge Carr, matematico e scacchista dilettante di fine ‘800

Uno scherzo di Carnevale

(Topatsius)
Oggi è  l’ultimo giorno di Carnevale ed uno scherzo ce lo potreste anche concedere. Comunque ce lo prendiamo. Avete visto bene la posizione del diagramma?
E’ tratta da una quasi sconosciuta partita che venne giocata nel 1908 tra Emanuel Masker ed un giovanissimo Alexander Arlekhìne, in un match amichevole a Rio de Janeiro, fra le avvenenti ed esagerate ballerine dello spettacolare Carnevale.
Uno scherzo, ma non troppo semplice…

Uno studio con sorpresa

(Uberto D.)
Tra i molti studi che ho avuto occasione di risolvere (e i molti studi dei quali ho dovuto vedere la soluzione, lo ammetto), ce ne sono alcuni che mi sono rimasti impressi per la profondità o l’originalità dell’idea. Un esempio abbastanza unico è lo studio di Noam David Elkies che voglio mostrarvi oggi.

[Foto di Noam Elkies, scattata da Tony Rinaldo]

Uno studio unico nel suo genere

Powered by WordPress.com.

Up ↑