WaZ 2019 – Nepomniachtchi e Ding Liren al comando

(UnoScacchista)
Il tradizionale Tata Steel Chess di gennaio è in svolgimento a Wijk aan Zee, con la consueta partecipazione dei grandi nomi delle classifiche. Dopo 5 turni, oggi è il primo giorno di riposo e troviamo in testa al torneo Master Nepomniachtchi e Ding Liren con un bel +2. Nel torneo Challenger guidano Korobov e Kovalev, anch’essi a +2. Carlsen è riuscito a interrompere una striscia di ben 21 pareggi battendo Jorden Van Foreest.
Classifiche, commenti e qualche partita

Piedi di feltro

(Roberto C.)
Siamo dentro una scatola, quella dove vengono riposti i ‘pezzi degli scacchi’ man mano che vengono mangiati durante una partita, Bianchi contro Neri, in corso di svolgimento. I pezzi sono rappresentati dagli attori che, vestiti da Pedoni, Alfieri, Cavalli, Torri, Re e Regine, danno vita ad esilaranti situazioni per la partita a scacchi più divertente di sempre! Lo spettacolo si svolge durante una partita a scacchi ma non è ambientato sulla scacchiera bensì all’interno della scatola dei pezzi. Questa si che è davvero una straordinaria originalità!
Cosa fanno i pezzi quando vengono ‘mangiati’ e rimessi nella scatola?

Stranezze in apertura/8

(del GM Sergio Mariotti)
Avrei ancora qualche partita de me giocata con stranezze in apertura, ma non voglio sembrare l’unico gestore di simili prodezze, quando invece ci sono stati altri giocatori, nel panorama internazionale, che hanno saputo combinare tali stranezze ad un gioco fantasioso ed interessante, come ad esempio qualche G.M. inglese tipo Speelman e Basman. Oggi infatti vi mostro proprio una loro partita, molto divertente e spregiudicata e soprattutto giocata con un avversario di ottimo livello.
Speelman: libero dalle catene del gioco secondo le regole

Scacco matto all’assassino (3)

(Fabio Lotti)

Excursus sul rapporto giallo-scacchi nella letteratura poliziesca

Talvolta gli assassini si firmano proprio con i pezzi degli scacchi. “Alfiere” è lo pseudonimo usato da uno di questi per una serie di delitti in L’enigma dell’Alfiere di S.S. Van Dine. Il campione di tiro con l’arco J.C. Robin viene assassinato con una freccia nel campo di tiro situato nella villa del fisico Bertrdand Dillard. Il famoso Philo Vance (ricordo una bella interpretazione di Giorgio Albertazzi alla TV negli anni che furono) è chiamato a risolvere il mistero. Si tratta della prima vittima di una serie di omicidi sulla scena dei quali viene trovato un Alfiere nero.
Vediamolo più a fondo

Interferenza

(Topatsius)
Interferenza. Una parola (dall’inglese interference) dalle molteplici sfaccettature utilizzata con significati particolari in vari settori: in fisica, nella tecnica delle comunicazioni, in farmacologia, virologia e genetica, in matematica, ottica cristallografica e in aerodinamica; e ancora in semantica e linguistica.
Non potevano mancare gli scacchi

Notizie in chiaroscuro da Stoccolma

(UnoScacchista)
Sabato 5 gennaio si è conclusa a Stoccolma la 48ª edizione della Rilton Cup. Ha vinto con una prestazione superlativa (8 su 9) il GM israeliano Tamir Nabaty, ma, come è facile capire dal titolo, voglio parlare di due storie legate al torneo: la norma definitiva di GM ottenuta Alessio Valsecchi (complimenti!) e una decisione simbolica e controversa presa dal MI iraniano Aryan Gholami.

[Stoccolma, la città vecchia (foto CC BY-SA 3.0, wikipedia]
L’Italia ha il suo 16° Grande Maestro!

Powered by WordPress.com.

Up ↑