A Ortisei, Praggnanandhaa diventa GM a meno di 13 anni

(UnoScacchista)
Che Rameshbabu Praggnanandhaa sarebbe diventato Grande Maestro giovanissimo lo si sapeva da tempo, ma adesso è ufficiale: il giovanissimo indiano ha ottenuto la terza a definitiva norma di GM con la vittoria di ieri contro Luca Moroni nell’Open “ad Gredine” di Ortisei . L’eta? 12 anni, 10 mesi e 14 giorni, che gli valgono il secondo posto nella classifica dei più precoci GM.

[Foto di apertura dal sito dell’Open “ad Gredine”]

Una carriera rapidissima.

Scacchi, musica e coreutica ad Atene

(Uberto D.)
Nello scenario fantastico del Centro Culturale della Fondazione Stavros Niarcos ad Atene, e nella data simbolica del 21 Giugno, è andata in scena la rappresentazione di una capolavoro scacchistico degli anni ’90: la partita Karpov-Kasparov giocata a Linares nel 1993. Accompagnate dal commento in scena dello stesso Garry Kasparov e di Nigel Short, musiche e coreografie hanno dato vita a uno spettacolo affascinante.

[Foto dalla pagina Twitter del Summer Nostos Festival]

Una partita splendida in una cornice splendida

Un ragazzino di nome Botvinnik

(Riccardo M.)
Mikhail Botvinnik (1911-1995) fu un campione precocissimo. Ai giorni nostri siamo abituati a vedere norme di grande maestro agguantate da quasi-bambini. Viceversa nel passato la maturazione di un giocatore era molto più lenta, per mille motivi, ad iniziare dalle minori occasioni di confronto con giocatori più forti per continuare, ovviamente, con l’assenza di un allenamento adeguato che rete e programmi di scacchi sono in grado adesso di offrire.

Botvinnik, appunto, era un’eccezione …

Il #GrandChessTour si sposta a Parigi

(Uberto D.)
La carovana del GrandChessTour 2018 si sposta dal Belgio alla Francia, da Leuven a Parigi. Dopo solo 3 giorni di pausa, i giocatori riprendono le ostilità in un torneo con lo stesso formato: 9 turni Rapid e 18 turni Blitz. Esce dalla “compagnia” Anish Giri, invitato nella tappa fiamminga, ed entra Vladimir Kramnik, wild card del torneo parigino, al suo rientro dopo il Torneo dei Candidati di Berlino.

[Immagine di apertura di Willum Morsch]

A partire da oggi…

Olimpiadi ai Montoneros

(Riccardo M.)
No, non vi preoccupate. Nessuna revoluciòn: non ne abbiamo l’età, la voglia, lo stato d’animo, le motivazioni. In verità oggi tutto negli scacchi internazionali (ma solo negli scacchi) scivola via abbastanza tranquillamente. Per fortuna. Al massimo ci potremmo accorgere di qualche brivido da cheating, o di qualche innocua smorfia del simpatico Nakamura, o delle vicende di  Kirsan Nikolaevič Iljumžinov…..

Quanto a thrilling e a guerriglieri…

#GrandChessTour – A Leuven vince So

(Uberto D.)
Wesley So ha vinto la prima tappa del GCT 2018 a Leuven, dopo un torneo che ha dominato per larghi tratti ma che ha rischiato di perdere con due sconfitte negli ultimi due turni della sezione Blitz. Oltre a foto e classifiche, vi mostro una bella partita di Grischuk contro Caruana, la fine incredibile della partita Blitz Anand-Grischuk e due curiosità dal torneo di Nakamura.

[Tutte le foto sono di Lennart Ootes, prese dalla pagina Flickr del torneo]

Si è giocato nello splendido Palazzo Comunale

Cerase e Grand Prix UISP

(di Gherardo Gismondi)
Nella magica atmosfera del Castello Savelli di Palombara Sabina, al modo delle dame e dei cavalieri del medioevo, i partecipanti al I Grand Prix giovanile di scacchi UISP hanno dato ampia dimostrazione delle loro qualità scacchistiche, concludendo parte delle loro fatiche che riprenderanno a settembre a Mentana nell’altrettanto suggestiva Galleria Borghese per poi terminare a fine Ottobre durante lo svolgimento dei Fasti d’Autunno.
A Palombara si sono sfidati …

Powered by WordPress.com.

Up ↑