6ª partita del mondiale – l’analisi di Sergio Mariotti

(GM Sergio Mariotti)
Ci risiamo, una patta dopo tante mosse e una apertura nella quale Carlsen sembra avere una paura tremenda di Caruana, visto che sceglie la variante della difesa russa dove si cambiano subito le donne e si gioca il finale, un finale completamente pari nel quale il campione gioca malissimo ed è costretto alla fine a sacrificare un pezzo per due pedoni entrando quindi in una posizione favorevole a Caruana, posizione però molto difficile da vincere, ed infatti viene siglata la sesta patta in sei partite.
Vorrei sapere perché Carlsen tema così tanto Caruana

#CarlsenCaruana – R6: altra patta, ma che patta!

(Uberto D.)
La partita di ieri è stata veramente la partita che non ti aspetti. Un’altra apertura poco ambiziosa (stavolta una variante rarissima della Russa), un mediogioco nel quale Caruana surclassa un irriconoscibile e incerto Carlsen, un finale in cui lo sfidante, con un pezzo in più, non riesce a demolire la fortezza creata dal Campione, la chiusura con la patta e, in conferenza stampa, la notizia che in realtà la vittoria per Caruana a un certo punto c’era! Oggi un giorno di riposo e di recupero dell’equilibrio per i due giocatori: si riprende domenica sul 3 a 3, con Carlsen che avrà di nuovo il Bianco.
Un salvataggio fortunoso per Carlsen

#CarlsenCaruana – R5: altra Rossolimo, altra patta

(GM Sergio Mariotti)
Un’altra Rossolimo, un’altra patta. In questa prima metà del match i due giocatori hanno sviluppato la loro discussione sulla stessa variante, senza che il Nero sia andato una sola volta in difficoltà. Come ci ricorda la grafica di apertura (di Willum Morsch) il punteggio è 2,5-2,5. Oggi è in programma la sesta partita, con Carlsen che gioca con il Bianco.
Carlsen fa lavorare il Re e… tifa Roma?

#WWCC2018 – L’esperienza decide l’esito dei quarti

(Uberto D.)
Mentre a Londra si patta, a Khanty-Mansiysk si combatte a tutte le cadenze. Si sono conclusi ieri i quarti di finale ai quali, come ricorderete, erano giunte molte giovani e temibili giocatrici. Per le semifinali, invece, si impongono quattro giocatrici affermate, di cui tre già (o al momento) Campionesse del Mondo. I match per la finale sono infatti Ju Wenjun-Alexandra Kosteniuk e Mariya Muzychuk-Kateryna Lagno.

[Tutte le foto tratte dal sito ufficiale del torneo]

Continua la maledizione per Anna Muzychuk

Il Mondiale a Milano, Palazzina Appiani

(Uberto D.)
Nell’ambito delle iniziative che ruotanto attorno al Mondiale di Londra e che mirano a creare occasioni di incontro tra appassionati e di diffusione del gioco, si è distinta quella della Società Scacchistica Milanese e degli “Amici degli Scacchi” che ieri hanno organizzato presso la Palazzina Appiani dell’Arena un incontro per seguire in diretta la quarta partita del Match. Trovandomi a Milano per lavoro, sono riuscito a fare una breve visita all’amico Adolivio Capece e agli altri appassionati.
Scacchi, arte e passione a Milano

#CarlsenCaruana – R4, quarta patta: serve più grinta

(GM Sergio Mariotti)
L’impressione di questa quarta partita non è molto differente da quella delle prime tre: posizione non complicata, non si rischia niente, non si gioca per la gloria ma per la pagnotta! Capisco lo scopo del campione, che è quello di non azzardare ed arrivare agli spareggi con tempi rapidi, dove lui è quasi imbattibile essendo molto veloce in questa specialità, ma non capisco Caruana, sembra che anche lui desideri solo non perdere e niente altro, ma così non vincerà mai questo match e probabilmente non riuscirà nemmeno a creare alcun problema a Carlsen!

[Caruana all’inizio della quarta partita (foto di WorldChess)]

Vorrei potergli dare un poco del carattere combattivo del vecchio Mariotti…

Powered by WordPress.com.

Up ↑