Fotografando il Nobil Gioco

(Daniel Perone)
Il paragone viene accennato da un’amica di mia moglie. Lei ha detto: “Ti sei accorta? Mio genero e tuo marito abitano in un altro mondo. Ambedue di solito rimangono silenziosi, isolati. Non c’è dubbio, le loro attività hanno qualcosa di simile; mio genero deve “preparare” mentalmente le foto e tuo marito… mi sembra che uno scacchista è sempre pensieroso…
Davvero la fotografia è in fondo un po’ come il nobil gioco?

Leonardo da Vinci: “io arroccherò”

(Adolivio Capece)
Ricorrono quest’anno i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci. Su di lui è stato scritto quasi tutto. Diciamo ‘quasi’ perché sembra che nessuno studioso sia interessato a Leonardo giocatore di scacchi: eppure Leonardo potrebbe essere stato uno degli artefici della modifica nel movimento dei pezzi che si verificò tra la fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento.

[In apertura, “Ritratto di Luca Pacioli “(Jacopo de Barbari?, 1495?)]
Non si sa quando abbia appreso il gioco degli scacchi…

Scaccobollo – Reykjavik 1972: FISCHER – SPASSKY

(Roberto C.)
Il recente match di novembre tra il norvegese Carlsen e l’italo-americano Caruana a Londra, alla maggior parte di coloro che bene o male riuscirono a seguirlo, ha certamente suscitato i ricordi di quello dell’estate 1972 svoltosi a Reykjavik in Islanda tra il sovietico Spassky e l’americano Fischer.

 [Islanda, mappa topografica di dominio pubblico]

Per l’inizio di quell’evento sportivo, le poste islandesi emisero un francobollo commemorativo

Powered by WordPress.com.

Up ↑