Ad Astana festeggiano Russia e Cina

(UnoScacchista)
I Campionati del Mondo a Squadre si sono chiusi Giovedì scorso con le vittorie della Russia nel torneo Open e della Cina in quello Femminile. L’indiano Ganguly e la russa Goryachkina sono stati i giocatori che hanno realizzato la migliore prestazione. Completiamo la panoramica iniziata lunedì scorso con classifiche, foto e altre 10 partite e posizioni interessanti.

[Foto di Eteri Kublashvili, dal sito della Federazione Russa]
Non perdetetevi la reazione di Maghsoodloo quando ha subito il perpetuo in posizione vinta!

12-partite-12 da Astana

(UnoScacchista)
Venghino siore e siori, venghino!“. Dai Campionati del Mondo a Squadre in svolgimento ad Astana (Kazakistan), ecco 12 partite e posizioni che per diversi motivi meritano di essere sfogliate e rigiocate sulla nostra scacchiera interattiva. Russia, Cina e India le favorite, ma le classifiche mostrano molte sorprese.
12 belle combinazioni dal Kazakistan

Carr e i castelli incantati

(UnoScacchista)
Il buon Topatsius, con il suo Scherzo di Carnevale, mi ha incuriosito. O, meglio, mi ha incuriosito questo G.Carr, figura contemporaneamente in grado di concepire un quesito particolare come quello che abbiamo visto martedì e di promuovere un’apertura così… diciamo… eccentrica come 1… h6. Per un inizio di Quaresima mi è sembrato un buono spunto di ricerca che, per fortuna, ha dato risultati interessanti.
George Shoobridge Carr, matematico e scacchista dilettante di fine ‘800

Come è triste Berlino (per i big)

(Uberto D.)
Come ogni anno, il Campionato a Squadre tedesco, la Schach Bundesliga, raduna una quantità impressionante di giocatori e di campioni: la serie maggiore maschile si compone di 16 squadre e ogni match si gioca su 8 scacchiere. Nel raggruppamento di questo fine settimana hanno giocato bei nomi, ma Caruana, Vachier-Lagrave e Anand hanno dovuto registrare una sconfitta (per Fabiano la prima del 2019).

[Foto di apertura di Georgios Souleidis]
Vittorie di qualità per Leko, Kamsky e Korobov

Mai giocato con la clessidra?

(UnoScacchista)
Tra le cadenze che si possono impostare sugli orologi digitali, ce ne è una che ben pochi conoscono: quella denominata “hourglass” (in italiano “clessidra”). Il funzionamento è intuitivo: il tempo di riflessione usato da un giocatore viene aggiunto al tempo disponibile per l’altro giocatore. L’arbitro regionale FSI Alessandro Luzietti ha pensato di sperimentare questa cadenza in un torneo al circolo ASD Steinitz di Roma.
Vediamo insieme risultati e considerazioni pratiche

Come vincere con poco tempo a disposizione

(UnoScacchista)
La situazione è tipica: stiamo giocando una partita Rapid e abbiamo un vantaggio che sappiamo essere decisivo. Purtroppo il nostro avversario non si decide ad abbandonare e “... accidenti, se prende il mio ultimo pedone è patta … oppure devo dare matto con Alfiere e Cavallo … e chi se lo ricorda come si fa? Come faccio con i 30 secondi che mi rimangono?” Cosa avreste giocato nella posizione del diagramma (la mossa è al Bianco) per risparmiare un po’ di mosse?
La posizione è tratta da una partita Rapid tra due GM sopra i 2700 …

E, alla fine, Kulaots ha vinto davvero l’Aeroflot!

(Uberto D.)
Alla fine l’Aeroflot Open 2019 ha prodotto la grande sorpresa per la quale in molti (noi compresi) facevamo il tifo: il GM estone Kaido Kulaots, 43 anni proprio ieri, ha vinto il torneo con 7 su 9. Non partendo assolutamente come favorito (Elo 2542 e 62° nel ranking iniziale), Kaido non solo ha vinto l’Open con una prestazione da 2873, ma ha anche ottenuto un invito per il supertorneo Sparkassen di Dortmund.

[Foto di apertura di Eteri Kublashvili]
Una storia sportivamente molto bella, che rincuora tutti noi

A Mosca Wei Yi diverte, ma Kaido primeggia

(Uberto D.)
Se ieri Riccardo ci ha presentato Volodar Murzin, alla vigilia dell’ultimo turno dell’Aeroflot 2019 vi voglio parlare di Kaido Kulaots. No, non è un ragazzino prodigio né un campione degli anni passati, ma un GM estone “qualsiasi” che a Mosca è primo in classifica e sta giocando il suo “torneo della vita”. E il numero 1 del torneo? Il cinese Wei Yi ha giocato partite brillanti e divertenti, ma una cosa è certa: non vincerà l’Aeroflot.
Nel diagramma, Antipov col Bianco sfida Wei Yi (e il nostro Mariotti) con la sua ‘stranezza in apertura’

Powered by WordPress.com.

Up ↑