#BatumiChess2018 – Flash 1

Brevissimo aggiornamento sui risultati principali di ieri (Turno 1) e sugli accoppiamenti di oggi (Turno 2). Grande sfida per l’Italia nell’Open contro l’Azerbaijan: nel Campionato Europeo a Squadre del 2017 battemmo gli azeri al primo turno per 2½-1½. Speriamo sia di buon auspicio.

Round 1: (Open) Honduras-ITALIA 0-4, (Femminile) ITALIA-Siria 3½-½
Round 2: (Open) ITALIA-Azerbaijan, (Femminile) Svizzera-ITALIA

Nessuna sorpresa nei risultati di squadra, ma c’è stato qualche risultato individuale imprevisto.

[Foto di Goga Chanadiri dal sito ufficiale dell’Olimpiade]
Prime scacchiere, Italia e risultati notevoli

#BatumiChess2018 – Cominciano le Olimpiadi

(UnoScacchista)
Oggi a Batumi (Georgia) iniziano sulla scacchiera le Olimpiadi degli scacchi numero 43. Partecipazione da record, pur se con la defezione dei due attuali numeri 1 delle classifiche Elo. L’Italia parte dalla vittoria nella Mitropa Cup e si presenta con ambizioni di piazzamento tra i primi 20. Da osservare il torneo di Caruana e dei giovani iraniani.

AGGIORNAMENTO: L’Italia inizia con Honduras (Open) e Siria (Femminile)

[Tutte le immagini sono state recuperate dei Social Media]
Impressioni dalla cerimonia di apertura e molte foto

Scacchi960 – Divertenti, ma non per tutti

(UnoScacchista)
Durante la settimana scorso si è giocato a Scacchi960 o Fischerandom a Saint Louis. Molti nomi famosi e, soprattutto, Garry Kasparov, si sono scontrati nel cosiddetto Champions Showdown 2018 in match rapid e blitz a puro scopo dimostrativo (e per divertirsi e guadagnare un po’ dei soldi messi a disposizione da Rex Sinquefield, certo). A parole si sono divertiti tutti, ma qualcuno, come Kasparov, ha perso molto nettamente.

[Tutte le foto sono di Lennart Ootes, prese dal sito ufficiale del torneo] Risultati, foto, posizioni e qualche bella combinazione

Parham Maghsoodloo campione del mondo Junior

(Uberto D.)
A Gebze ottiene la sua prima grande affermazione il diciottenne iraniano Parham Maghsoodloo, che si impone nettamente nel Campionato del Mondo Junior. Nel torneo femminile vince a sorpresa la sedicenne russa Aleksandra Maltsevskaya, che, imbattuta, ha vinto un torneo equilibratissimo. Ma in Turchia abbiamo probabilmente visto all’opera la generazione dei campioni del futuro, e viene dall’Asia.

[Tutte le foto sono tratte dal sito ufficiale del torneo (foto di Amruta Mokal)]

Vediamo i risultati e i volti dei futuri protagonisti della scena scacchistica mondiale

Vincere con gli alfieri di colore contrario è possibile

(Uberto D.)
Nel mio articolo di cronaca sul torneo di Biel, ho commentato brevemente il finale della partita Mamedyarov-Carlsen, riportando l’annotazione fatta dal GM Daniel King sulle similitudini tra quel finale e il finale della partita Carlsen-Karjakin giocata a Wijk aan Zee nel 2013. In entrambi i casi il finale vedeva una maggioranza 4 contro 3 sul lato di Re, alfieri di colore contrario e Torri. Oggi voglio andare un po’ più a fondo nel capire perché nessuna delle due partite è finita patta.
Le conclusioni: questi finali si possono vincere, perché la difesa è difficilissima.

Capablanca in musica !?

(UnoScacchista)
Si dice sempre che bisogna trovare nuove idee per promuovere gli scacchi, in particolare verso le nuove generazioni. Cosa di meglio della musica pop? Ci sono stati tentativi di alto livello, come nel 1986 il musical Chess (ancora in scena di recente a Londra) ma nessuno aveva provato a scrivere una canzone citando Capablanca, Stockfish, controgiochi e Donne in h6: ci ha pensato l’artista di origine cilena Juga, con la sua “Oh Capablanca” pubblicata qualche giorno fa.
Se state pensando che sia tutto uno scherzo, ascoltate la canzone.

Lo “sguardo”

(Uberto D.)
L’anno scorso al JW3 center di Londra, dove si stavano svolgendo le “Mind Sports Olympiads“, mentre passavo da una sala all’altra osservando tornei di Triolet e di Agricola, ho visto la bellissima foto di apertura di questo post. Non so chi l’ha scattata e quando, ma è splendida: lo “sguardo” del bambino che sfida il GM è impagabile! Mi è venuta quindi l’idea di un post sugli “sguardi” più famosi degli ultimi anni.
Vediamo assieme una galleria di battaglie psicologiche alla scacchiera

Powered by WordPress.com.

Up ↑