Carlsen soffre nel Blitz ma vince comunque ad Abidjan

(UnoScacchista)
La tappa del Grand Chess Tour in Costa d’Avorio va in archivio con un’altra vittoria di Magnus Carlsen, ma, dopo la convincente prestazione della sezione Rapid, nel Blitz il Campione del Mondo ha sofferto, perdendo per ben due volte con Vachier-Lagrave. Ai posti d’onore, come previsto, Nakamura e il francese, giunto vicinissimo a diventare il numero 1 della classifica Elo Blitz.

[Tutte le foto sono tratte dalla pagina Flickr del torneo]
Come sempre, emozioni e sviste nel Blitz

Carlsen inarrestabile: stravince anche il Grenke

(Uberto D.)
L’incredibile 2019 di Carlsen continua con un’altra vittoria dominante, stavolta in Germania. Con 7,5 punti su 9, 1 punto e mezzo di vantaggio sul secondo arrivato, Fabiano Caruana, e una prestazione da 2990 Elo, il Campione del Mondo ha impressionato soprattutto per la qualità di gioco e la capacità di imporsi sugli avversari, caratteristiche che cominciano a ricordare il miglior Fischer.

[Nella foto di Eric van Reem (dal sito ufficiale), da sinistra Caruana, Carlsen, Naiditsch e Antje Leminsky (CEO dei Grenke AG)]

Un dominio che va al di là dei numeri e degli aggettivi

Antalya: Kashlinskaya campionessa europea. Bravissima Marina Brunello

(Uberto D.)
Dopo un torneo di testa (e uno scivolone al 9° turno), la russa Alina Kashlinskaya si è laureata Campionessa Europea 2019 superando per spareggio tecnico la francese Sebag, la tedesca Paehtz, l’ucraina Gaponenko e la bulgara Stefanova. Eccellente prestazione di Marina Brunello, giunta 16ª, piazzamento che con ogni probabilità garantisce la qualificazione per la prossima FIDE World Cup.

[Tutte le foto sono tratte dal sito ufficiale del torneo]
Un torneo molto equilibrato fino alla fine

Grenke 2019: le impressioni di Sabine

(Sabine)
Questo periodo pasquale offre un calendario molto fitto di eventi di alto livello. Primo fra tutti, il Grenke Chess Classic 2019 che vede in lizza giocatori del calibro di Carlsen, Caruana, Anand, Aronian, Vachier Lagrave e Svidler, oltre al 14enne talento tedesco Keymer. Ma a Karlsruhe si gioca anche un Open da 2088 giocatori (!!). Ecco le mie impressioni fotografiche del sabato di Pasqua per i lettori di UnoScacchista.
Foto e video da un torneo unico in Europa

Da Bangkok a Reykjavik: bravi Stella e Sabino Brunello

(UnoScacchista)
Continuiamo con le notizie su altri tornei importanti che si sono chiusi recentemente. Si tratta di due tornei Open geograficamente lontanissimi, che hanno visto i due nostri GM comportarsi egregiamente e arrivare a un passo dal podio. A Reykjavik si è messo di nuovo in luce il 15enne iraniano Alireza Firouzja, ormai in vista della magica cifra “2700”.
Hanno vinto Lupulescu in Islanda e Gustafsson in Thailandia

Un Carlsen stellare stravince il 6° Memorial Gashimov

(Uberto D.)
Carlsen ha vinto a Shamkir con 7 su 9 e una prestazione da quasi 3000 Elo (per la precisione 2988), mostrando, specialmente nelle 3 vittorie consecutive degli ultimi tre turni contro Giri, Karjakin e Grischuk, un gioco talmente brillante che qualcuno ha commentato “La bestia è tornata“.

[Nella foto Carlsen riceve le congratulazioni di Sarkhan Gashimov, fratello del compianto Vugar]

Il post potrebbe chiudersi qui, ma voglio rivedere con voi queste 3 splendide partite

A Shamkir si parla di Botvinnik, Kasparov e Kramnik

(Uberto D.)
A Shamkir, per il Memorial Gashimov, giocano due Campioni del Mondo (e mezzo): Carlsen, Anand e Topalov (che è stato Campione FIDE prima della riunificazione). Ma nei commenti dopo le partite si è parlato anche di altri campioni. Oltre a partite e risultati, il torneo sta offrendo ottimi spunti di riflessione.

[Alexander Grischuk ritratto da Eteri Kublashvili all’inizio del 5° turno]
Partite e conferenze stampa molto interessanti a Shamkir

Powered by WordPress.com.

Up ↑