L’Alfiere nell’araldica

(Roberto C.)
Il predecessore dell’Alfiere degli scacchi era l’Al-fil dello shatranj (arabo), derivante dal Pil del gioco  persiano Chatrang, che significa “elefante”. “È stata unanimemente accettata dalla critica la funzione del pachiderma come componente del gioco degli scacchi. In India gli elefanti svolgevano un ruolo primario nella scacchiera. Gli Arabi conservarono il pezzo all’interno del gioco durante i primi secoli dopo l’avvento dell’Islam, per modificarlo successivamente in pezzi stilizzati che mantenevano solo le zanne.[1]

[Nell’immagine di apertura, “Raffigurazioni dell’Alfiere in Italia” L’Italia Scacchistica n.831, Gennaio 1975]

Fou (folle), Läufer (corridore), Bishop (vescovo)…

200° anno Accademia Scacchistica Romana

(Roberto C.)

ANNO 1819: NASCE L’ACCADEMIA

L’Accademia Scacchistica Romana, è nata a Roma il 19 Aprile 1819 ed oggi compie 200 anni: tanti auguri dal blog ‘Uno Scacchista’! Il suo primo Statuto “COSTITUZIONE E REGOLAMENTI DELLA SOCIETA’ DEGLI SCACCHI’, che venne redatto dall’Avv. Francesco Belli, riporta la data del 19 Aprile 1819 ed è per questo la più antica società scacchistica italiana.

Caffè dei Pastini, più tardi chiamato Caffè dell’Accademia degli Scacchi…

[R] The Rose Chess Set

R I S T A M P A

(Roberto C.)
La F.I.D.E. ha deciso da tempo di far giocare tutti i tornei con i pezzi in stile Staunton, ma ciò nonostante tanti produttori hanno ideato e realizzato per la vendita dei differenti pezzi basati su questo antico (1849) ed elegante modello dalla grande popolarità.

Ad esempio…

Scaccobollo – Reykjavik 1972: FISCHER – SPASSKY

(Roberto C.)
Il recente match di novembre tra il norvegese Carlsen e l’italo-americano Caruana a Londra, alla maggior parte di coloro che bene o male riuscirono a seguirlo, ha certamente suscitato i ricordi di quello dell’estate 1972 svoltosi a Reykjavik in Islanda tra il sovietico Spassky e l’americano Fischer.

 [Islanda, mappa topografica di dominio pubblico]

Per l’inizio di quell’evento sportivo, le poste islandesi emisero un francobollo commemorativo

Piedi di feltro

(Roberto C.)
Siamo dentro una scatola, quella dove vengono riposti i ‘pezzi degli scacchi’ man mano che vengono mangiati durante una partita, Bianchi contro Neri, in corso di svolgimento. I pezzi sono rappresentati dagli attori che, vestiti da Pedoni, Alfieri, Cavalli, Torri, Re e Regine, danno vita ad esilaranti situazioni per la partita a scacchi più divertente di sempre! Lo spettacolo si svolge durante una partita a scacchi ma non è ambientato sulla scacchiera bensì all’interno della scatola dei pezzi. Questa si che è davvero una straordinaria originalità!
Cosa fanno i pezzi quando vengono ‘mangiati’ e rimessi nella scatola?

Powered by WordPress.com.

Up ↑