Diagonale sbagliata

(Topatsius)
24 Maggio, Chartres, campionato a squadre di Francia 2017. Incontro fra le équipes di Lisieux (Marchadour) e di Tremblay-en-France (Aflalo), ottava scacchiera. Questa è la posizione dopo il tratto numero 47 del Nero (Dd4). I motori danno la parità. Elementare sarebbe la parità senza le Regine in campo, vista la presenza di Alfieri di colore contrario a bloccare i rispettivi pedoni passati.

Cosa può andare storto?

Georg Marco abbandona una partita vinta!

(Riccardo M.)
Si può abbandonare una partita perché non ci si accorge di non aver affatto perso (come nella Giri-Shankland di Wijk aan Zee, della quale si è parlato sabato scorso), ma pensate che si possa abbandonare anche quando non ci si accorge di aver vinto? Succede anche questo, sì. Il caso più celebre? Che io mi ricordi, anche se sono nato qualche annetto dopo, è quello verificatosi nel torneo di Montecarlo del 1902 tra Ignatz von Popiel e Georg Marco.

Parecchi di voi lo conosceranno perché è finito su diversi libri.

Scacco perpetuo o proviamo a rischiare?

(Topatsius)
Questa fu la posizione raggiunta dopo il tratto n. 18 del Nero, il quale su Dxf7+ aveva ritirato il Re in h7. Un errore esiziale. Ma Vladas Mikenas non lo intuì. Rifletté assai a lungo e poi, convincendosi di non avere nulla più del “perpetuo”, si accordò per la patta. La partita (giocata alle Olimpiadi di Praga del 1931) era stata un’ortodossa.

(Nel diagramma, la posizione raggiunta nelle partite Mikenas-Kashdan, 1931 e Janowski-Chajes, 1916)

E se Mikenas avesse continuato?

#WWCC2018 – Primi verdetti e prime sorprese

(Uberto D.)
Il primo turno a Khanty-Mansiysk si è concluso con le prime 32 eliminazioni. Se le favorite sono andate avanti tutte, si sono già avute le prime eliminazioni a sorpresa: la tedesca Paehtz, la russa Girya, la georgiana Javakhishvili e la russa Kashlinskaya, recente protagonista all‘Isola di Man, hanno perso i loro match in due partite. 11 incontri sono invece stati decisi agli spareggi.

[Tutte le foto sono tratte del sito ufficiale del torneo]
Risultati e alcune interviste sui libri preferiti dalle giocatrici

#WYCC2018 – Giovani Campioni; peccato per Moroni e Di Benedetto

(Uberto D.)
Schiacciato tra Olimpiadi e match per il Mondiale, tra Campionato Europeo a Squadre e Torneo dell’Isola di Man, si è svolto il Campionato del Mondo Ragazzi e Ragazze Under 18, Under 16 e Under 14. Molto buone le prestazioni di Luca Moroni e Desirée Di Benedetto nei tornei maggiori: in corsa per le medaglie (anche d’oro a un certo punto), sono alla fine giunti al 4° e al 10° posto a causa di una coppia di sconfitte nei turni decisivi.

[Tutte le foto sono di Niki Riga e sono tratte dal sito ufficiale del torneo]

Tanta gioventù alla scacchiera (e una polemica)

Powered by WordPress.com.

Up ↑