L’ultimo del circolo

(Topatsius)
Una rivista americana dello scorso secolo riportava questa curiosa notizia: una sera del 1884, al circolo canadese del City Club di Montreal, il campione del circolo, J.W.Saw, giocava una simultanea. Le vinse tutte tranne una, persa contro colui che di gran lunga veniva considerato il peggior giocatore del club: il signor Girard. Piuttosto seccato, Saw scommise col Girard che gli avrebbe vinto in un match 50 partite di seguito.

(Honoré Daumier: “Giocatori di scacchi”, 1863)

50 sono tante…

Sfondamento e meta

(Topatsius)
Quando negli scacchi un pedone è in settima, a volte tocca avere il coraggio di fare come si fa nel rugby quando l’ovale è ad un passo dalla linea di meta. Non ci si deve risparmiare, tutti avanti a sfondare per la meta: tre quarti ala e tre quarti centro, terze e seconde linee, mediani, se serve perfino l’estremo.

É il proprio pubblico a tifare

Jovana Eric dorme poco

(Topatsius)
“I ricercatori della Duke University hanno esaminato 210 uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni analizzando la qualità e la frequenza del loro sonno e hanno valutato alcuni parametri legati alla salute, tra cui il disagio psicologico e il benessere fisico”.
Lessi questo qualche mese fa dal barbiere su una rivista femminile.
Così continuava l’articolo:

Sarana non perdona

(Uberto D.)
Stavo per cominciare a scrivere il post su Sarana che ha vinto la Higher League russa, quando Topatsius mi ha orgogliosamente fatto notare un suo scritto, che oggi si può definire profetico, di più di un anno fa e misteriosamente rimasto nel cassetto. Ve lo propongo, aggiungendo in coda la mia appendice di cronaca.
(Topatsius)
Nel 2014, quando il giovane allievo (allora appena 2295 Elo) Alexey Sarana ottenne 5,5 su 9 al Memorial Bronstejn di Minsk, il suo allenatore, il GM Vladimir Belov, capì di avere tra le mani un potenziale fuoriclasse.

(a sinistra nella foto, Alexey Sarana al Dvorkovich Memorial, contro il GM Maxim Lugovskoy)

Negli ultimi tre anni Alexey…

Quel matto di Topatsius

(Topatsius)
”UnoScacchista” e Riccardo mi hanno chiesto di mostrare un tracollo mio personale e non soltanto e sempre quelli degli altri. Ma che ci posso fare se io non ho mai commesso in vita mia sviste da due punti interrogativi? E se le ho commesse, le ho dimenticate tutte. E se qualcuna non l’ho dimenticata, e che lo dico a voi? Quindi replico all’amico “UnoScacchista” e a Riccardo: “provate prima a pubblicarmi una mia bella miniatura e poi vedremo se ricordo qualcosa”.

Una combinazione di Topatsius

Powered by WordPress.com.

Up ↑