Il matto arriva direttamente su calcio d’angolo

(Topatsius)
Perché inventarsi lunghe, oscure combinazioni? Perché provare astrusi schemi sui calci di punizione o d’angolo? Perché sacrificare due o tre figure per spingere per forza un pedone in ottava o un’ala sinistra in un’incerta e scomoda corsa di contropiede? Lo sapete o no che certe volte basta un semplice colpetto (da fermo) che arriva il matto senza complotto, diretto e in un sol botto? Come sarebbe, non ci credete?
Guardate qua, allora, e poi riparliamone.

[R] Il matto di Bad Pyrmont

R I S T A M P A

(Topatsius)
Un breve viaggio fra i fantastici castelli e foreste della Bassa Sassonia ci portò alcuni anni fa alle Terme di Bad Pyrmont, note fin dal tempo dei Romani. La cittadina è incantevole e unico è il suo vasto parco ricco di oltre 300 palme e altre 400 piante subtropicali.

(Nella foto, il Sanatorium di Bad Pyrmont nel 1950)

Grandioso e circondato dall’acqua…

Uno scherzo di Carnevale

(Topatsius)
Oggi è  l’ultimo giorno di Carnevale ed uno scherzo ce lo potreste anche concedere. Comunque ce lo prendiamo. Avete visto bene la posizione del diagramma?
E’ tratta da una quasi sconosciuta partita che venne giocata nel 1908 tra Emanuel Masker ed un giovanissimo Alexander Arlekhìne, in un match amichevole a Rio de Janeiro, fra le avvenenti ed esagerate ballerine dello spettacolare Carnevale.
Uno scherzo, ma non troppo semplice…

Le due partite più belle

(Topatsius)
La Redazione di UnoScacchista mi ha chiesto se potevo mostrarvi e commentare le mie più belle partite. Ci ho pensato un po’ su, perché in realtà di belle partite da farvi vedere non penso di averne molte. Poi mi sono ricordato di una catalana niente male e di una brillante olandese. Due belle partite (purtroppo). Rovistando in fondo ai cassetti (del tempo ne è passato, eh!), tra appunti e formulari, sono riuscito a ritrovarle entrambe.

Soltanto che…

Diagonale sbagliata

(Topatsius)
24 Maggio, Chartres, campionato a squadre di Francia 2017. Incontro fra le équipes di Lisieux (Marchadour) e di Tremblay-en-France (Aflalo), ottava scacchiera. Questa è la posizione dopo il tratto numero 47 del Nero (Dd4). I motori danno la parità. Elementare sarebbe la parità senza le Regine in campo, vista la presenza di Alfieri di colore contrario a bloccare i rispettivi pedoni passati.

Cosa può andare storto?

Scacco perpetuo o proviamo a rischiare?

(Topatsius)
Questa fu la posizione raggiunta dopo il tratto n. 18 del Nero, il quale su Dxf7+ aveva ritirato il Re in h7. Un errore esiziale. Ma Vladas Mikenas non lo intuì. Rifletté assai a lungo e poi, convincendosi di non avere nulla più del “perpetuo”, si accordò per la patta. La partita (giocata alle Olimpiadi di Praga del 1931) era stata un’ortodossa.

(Nel diagramma, la posizione raggiunta nelle partite Mikenas-Kashdan, 1931 e Janowski-Chajes, 1916)

E se Mikenas avesse continuato?

Interferenza

(Topatsius)
Interferenza. Una parola (dall’inglese interference) dalle molteplici sfaccettature utilizzata con significati particolari in vari settori: in fisica, nella tecnica delle comunicazioni, in farmacologia, virologia e genetica, in matematica, ottica cristallografica e in aerodinamica; e ancora in semantica e linguistica.
Non potevano mancare gli scacchi

Powered by WordPress.com.

Up ↑