E’ pericoloso giocare con Luigi “il Grosso”

(Riccardo M.)
Come ormai i nostri lettori più affezionati sapranno, a noi di UnoScacchista piacciono parecchio le partite di Carlsen, ma ci piacciono anche quelle di Caruana o di Nepomniachtchi o di Aronian e di tanti altri campioni di oggi. Ma ci piace altrettanto ricercare e dare uno sguardo a qualche antico spezzone di partita, o addirittura semplicemente “ombra di partita”, di cui nella storia si hanno soltanto labili, incerte e scarsamente tramandate tracce.

(Immagine di apertura: Luigi VI detto “il Grosso”, re di Francia dal 1108 al 1137)

In una battaglia de’ Francesi, e degli Inglesi, …

La bandiera a scacchi e la scacchiera

(Adolivio Capece)
Recentemente (giugno) è stato dato molto risalto ad un episodio curioso verificatosi durante il GP del Canada di Formula 1. La modella ventiquattrenne canadese Winnie Harlow ha sventolato “la bandiera a scacchi” con un giro d’anticipo: per sua fortuna nessun pilota ha rallentato e tutti hanno continuato a spingere fino al termine della gara.
Ufficialmente l’ideatore fu Antony Noghes in occasione del GP di Montecarlo del 1929

Scacchi960 – Divertenti, ma non per tutti

(UnoScacchista)
Durante la settimana scorso si è giocato a Scacchi960 o Fischerandom a Saint Louis. Molti nomi famosi e, soprattutto, Garry Kasparov, si sono scontrati nel cosiddetto Champions Showdown 2018 in match rapid e blitz a puro scopo dimostrativo (e per divertirsi e guadagnare un po’ dei soldi messi a disposizione da Rex Sinquefield, certo). A parole si sono divertiti tutti, ma qualcuno, come Kasparov, ha perso molto nettamente.

[Tutte le foto sono di Lennart Ootes, prese dal sito ufficiale del torneo] Risultati, foto, posizioni e qualche bella combinazione

Parham Maghsoodloo campione del mondo Junior

(Uberto D.)
A Gebze ottiene la sua prima grande affermazione il diciottenne iraniano Parham Maghsoodloo, che si impone nettamente nel Campionato del Mondo Junior. Nel torneo femminile vince a sorpresa la sedicenne russa Aleksandra Maltsevskaya, che, imbattuta, ha vinto un torneo equilibratissimo. Ma in Turchia abbiamo probabilmente visto all’opera la generazione dei campioni del futuro, e viene dall’Asia.

[Tutte le foto sono tratte dal sito ufficiale del torneo (foto di Amruta Mokal)]

Vediamo i risultati e i volti dei futuri protagonisti della scena scacchistica mondiale

Stranezze in apertura/4

(del GM Sergio Mariotti)
Continuiamo la carrellata di “Stranezze in apertura” con un Gambetto Siciliano che, anche se poco utilizzato agli alti livelli, ho usato spesso nella mia carriera, ottenendo buoni successi. Ho avuto ottime vittorie con Benko, Kuzmin, Bilek, Holm ed altri buoni giocatori, perdendo solamente con Larsen, quando era il grande scacchista che conosciamo, una partita prima vinta, poi patta e poi persa, una partita con interessanti sacrifici dei miei pezzi sul suo arrocco, partita che anche se è terminata con la mia sconfitta reputo essere una delle più coraggiose ed avvincenti di quelle da me giocate.
Mariotti-Benko, Venezia 1974: una partita molto complicata e molto combattuta

Scacchisti e maestri bevitori

(Riccardo M.)
Vorrei sapere dove sta scritto che gli scacchi sono un gioco troppo serio e che gli scacchisti sono tutti noiosi, equilibrati e morigerati. E astemi. Di esempi di giocatori che alzano ogni tanto il gomito (vino, birra, vodka ecc…) ce ne sono, eccome se ce ne sono. E sono pure quelli bravi. Sì, perché un artista (e gli scacchisti sono degli artisti) può trovare ispirazione e verità anche nel vino. “In vino veritas”, non è forse così che dicevano i nostri antenati qui a Roma all’incirca 19 secoli fa?

[Nella foto di apertura, alcuni attori protagonisti agli “eno-scacchi viventi” di Asti, (da “La Stampa” del 12.09.2018]
Fior di giocatori hanno apprezzato (fin troppo) il buon bicchiere.

46° Campionato Italiano Non Vedenti

(da Claudio Gasperoni, presidente ASCId)
Nella splendida località di Grisolia Lido (Cosenza), presso l’Hotel San Gaetano, si è svolta dal 3 all’8 di settembre la quarantaseiesima edizione del Campionato Italiano per giocatori non vedenti e ipovedenti.

[Nella foto da sinistra: F. Antonini, C. Gasperoni, L. Scatà, M. Casadei, B. Vrioni e F. Lupo]

Nota della redazione: Lo scorso 25 luglio avevamo pubblicato l’articolo sull’8° Campionato del mondo IBCA; troverete pertanto qui nell’articolo di Claudio Gasperoni alcuni nomi che vi sono già noti.

Risultati e classifica

Powered by WordPress.com.

Up ↑