Il Mondiale a Milano, Palazzina Appiani

(Uberto D.)
Nell’ambito delle iniziative che ruotanto attorno al Mondiale di Londra e che mirano a creare occasioni di incontro tra appassionati e di diffusione del gioco, si è distinta quella della Società Scacchistica Milanese e degli “Amici degli Scacchi” che ieri hanno organizzato presso la Palazzina Appiani dell’Arena un incontro per seguire in diretta la quarta partita del Match. Trovandomi a Milano per lavoro, sono riuscito a fare una breve visita all’amico Adolivio Capece e agli altri appassionati.
Scacchi, arte e passione a Milano

#IOMchess – Vincitori a sorpresa all’Isola di Man

(UnoScacchista)
I vincitori del torneo dell’Isola di Man 2018 racoontano una storia, anzi molte storie. La prima è che Radek Wojtaszek, vincitore assoluto del torneo, e Alina Kashlinskaya, prima tra le donne, sono marito e moglie. Ma anche che entrambi vengono da due delusioni: lui alle Olimpiadi di Batumi, lei alla Superfinale del Campionato Russo. A Douglas si sono presi una bella rivincita sui capricci di Caissa…

[La coppia vincente (foto di Maria Emelianova, dal sito del torneo)]
Vediamo assieme le classifiche e molte belle combinazioni

Gli Scacchi fra i ‘geni’ delle Olimpiadi degli Sport della mente

(Riccardo Gueci)
Da 22 anni si svolgono a Londra le Mind Sports Olympiad (MSO – www.msoworld.com), e numerosissimi sono gli ‘sport’ mentali che in tutte queste edizioni si sono disputati: dal GO agli Scacchi, dalla Dama al Bridge, dal Backgammon al Mastermind, dall’Othello allo Shogi, ai giochi da tavolo, allo Scrabble, al Poker, al Calcolo mentale e tantissimi altri.
Alcuni si sono spesso alternati, altri sono stati sempre presenti, come appunto gli Scacchi.

Un caso di molestie sessuali nella nazionale di scacchi del Perù

(Riccardo M.)
Nei giorni scorsi diversi siti peruviani hanno riportato uno di quegli odiosi episodi di molestie sessuali che non vorremmo mai sentire ma che purtroppo nello sport accadono forse più spesso di quanto si creda e che non si dovrebbero tener nascosti.
Non sempre infatti le vittime delle violenze hanno la forza di far conoscere la loro amara storia, come invece in questo caso. Ancor più spiacevoli e gravi sono simili fatti quando vediamo che l’uomo approfitta della propria posizione lavorativa di privilegio per metterli in atto. E stavolta c’entrano anche gli scacchi. Cosa sarebbe accaduto dunque in Perù lo scorso mese di marzo?

[Nella foto, la WIM Ingrid Aliaga]

Uno storia triste, arrivata ieri sulla stampa internazionale

‘Shrez’ può rimanere in Inghilterra

(Uberto D.)
Lunedì scorso vi ho raccontato dei problemi incontrati da due bambini nell’inseguire il loro sogno di giocare a scacchi, problemi di tipo politico/amministrativo e non certo scacchistico. Sono molto contento d potervi confermare che, dopo la soluzione del problema di Liel Levitan, anche la situazione di Shreyas Royal si è risolta positivamente.
Una bella notizia, con un messaggio positivo su quello che gli scacchi possono far succedere

Powered by WordPress.com.

Up ↑