#MoveForEquality: una mossa per l’uguaglianza

(UnoScacchista)
Oggi, 21 Marzo, è la “Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale”. Con una iniziativa ammirevole, Magnus Carlsen e Anish Giri hanno realizzato e diffuso un breve video nel quale infrangono una regola fondamentale degli scacchi per contribuire simbolicamente ad abbattere i pregiudizi razziali: giocare una serie di partite in cui il primo a muovere è il Nero.
Fa piacere pubblicare la notizia e il video: bravi

Quanto vale un Campionato Italiano a Squadre?

(Riccardo M.)
Vale molto (ma potrebbe valere di più). Molto soprattutto se, per le varie serie, si concretizza, come è accaduto quest’anno, in “raggruppamenti” di squadre.
Questi raggruppamenti consentono di ottenere qualcosa che oggi è raro vedere nelle competizioni a squadre, consentono cioè di concentrare in un’unica fase e in un’unica sede molte squadre e giocatori, anche di diverse città, per tre giorni consecutivi, dal venerdì alla domenica. Mi è parsa una buona idea per un Campionato Italiano.
Il Raggruppamento di Roma del 15-17 Marzo

Come è triste Berlino (per i big)

(Uberto D.)
Come ogni anno, il Campionato a Squadre tedesco, la Schach Bundesliga, raduna una quantità impressionante di giocatori e di campioni: la serie maggiore maschile si compone di 16 squadre e ogni match si gioca su 8 scacchiere. Nel raggruppamento di questo fine settimana hanno giocato bei nomi, ma Caruana, Vachier-Lagrave e Anand hanno dovuto registrare una sconfitta (per Fabiano la prima del 2019).

[Foto di apertura di Georgios Souleidis]
Vittorie di qualità per Leko, Kamsky e Korobov

Kramnik lascia: uno choc per tutti

(Uberto D.)
Con un annuncio a sorpresa, Vladimir Kramnik ha comunicato ieri il suo ritiro dagli scacchi agonistici. Uno choc per il mondo scacchistico, nonostante qualche anno fa, in un bella intervista data a Boris Levin in occasione dei suoi 40 anni, aveva detto che avrebbe giocato solo per altri 2-3 anni. E a 43 anni il 14° Campione del mondo lascia. Grazie per tutto quello che hai dato agli scacchi e buona fortuna per la tua prossima vita, Big Vlad!
Una lunga e scintillante carriera a cui guardare con ammirazione

Nel 2019 il Torneo “delle Candidate”

(Uberto D.)
Dando seguito a una delle promesse elettorali, il presidente FIDE Dvorkovich e il suo esecutivo hanno definito e avviato un nuovo set di regole per il ciclo del Campionato del mondo femminile, uniformandolo a quello maschile. Ciò significa che la sfidante all’attuale Campionessa Ju Wenjun sarà la vincitrice del Torneo “delle Candidate”, la cui prima edizione è previsto per Giugno.
Vediamo le nuove regole del ciclo mondiale femminile

Solodovnichenko-Kunin-Maiorov sono i nuovi tre Re di Roma

(Riccardo M.)
E’ terminato domenica 9 dicembre il “3° Festival Internazionale Roma Città Aperta”, svoltosi presso l’Hotel Eurostars Roma Aeterna.Classificatisi per Buchholz nell’ordine indicato in titolo, i tre GM hanno vinto, meritatamente, con 7 punti su 9. Fuori dal podio i due maggiori favoriti, lo spagnolo Jaime Santos Latasa e l’ex campione mondiale “under 18” del 2016, l’armeno Manuel Petrosyan.

[Nella foto Yuri Solodovnichenko. Tutte le foto sono di Riccardo Moneta]

Note da un torneo combattuto e ben organizzato

Altra sfida a Londra per Caruana

(UnoScacchista)
Per Fabiano Caruana l’Europa, e Londra in particolare, si confermano continente e città fondamentali per il 2018 che sta chiudendo. Se Berlino gli ha fatto vincere il Torneo dei Candidati, Londra gli offre una seconda possibilità sportiva, dopo avergli amaramente negato il titolo di Campione del Mondo: dall’11 al 17 Dicembre si gioca il London Chess Classic 2018, valido anche come finale del Grand Chess Tour 2018.

[Foto di Uberto Delprato]

La decima edizione del London Chess Classic è speciale sotto molti punti vista

Powered by WordPress.com.

Up ↑