Il ballo dei cavalli finlandesi

(Marco B.)
Come promesso vediamo oggi un esempio di retroanalisi (tratto sempre da “Secrets of Spectacular Chess”), e in particolare una “partita giustificativa” detta anche “partita d’esempio” o “proof game” in inglese. Nei problemi tradizionali si dà una posizione e un enunciato “in avanti”, ad esempio “da questa posizione il bianco dà matto in tre mosse”.

Nelle partite giustificative la posizione è quella finale e l’enunciato è “posizione dopo la x mossa del bianco/nero. Come si è svolta la partita?” e siccome ci piace scrivere in maniera compatta troverete indicazioni come SPG 9.0 o SPG 12.5 o simili. SPG sta per “Shortest proof game” o più corta partita giustificativa, mentre il numero di mosse con la virgola distingue la mossa al bianco o al nero: 9.0 indica la posizione dopo 9 mosse complete quindi dopo la nona del nero, mentre 9.5 indica la posizione dopo la decima del bianco, quindi sono state giocate 9 mosse e mezza. Naturalmente si intende che la partita sia “legale” e non che sia logica, anzi, nemmeno lontanamente logica come vedremo fra pochissimo…

Il primo esempio è di uno dei maestri del genere: il finlandese Unto Heinonen.

Heinonen SPG12.0
Unto Heinonen
The Problemist 1991
SPG 12.0

Immagino la faccia dei giocatori che guardano il diagramma, che razza di posizione è? Perché il nero non ha mosso? E come si risolve una cosa del genere? Beh, intanto sappiamo che si sono giocate 12 mosse sia per il bianco sia per il nero. Il nero può aver mosso solo i Cavalli e le Torri, possiamo ipotizzare per perdere del tempo, il bianco però ha mosso un po’ di pezzi e possiamo cominciare a “contare” le mosse, o meglio il minor numero di mosse possibili che i pezzi bianchi hanno fatto per raggiungere la posizione del diagramma:
– 3 mosse di pedoni: c2-c4, e2-e4, f2-f4
– 2 mosse di Donna: Dd1-a4, Da4-c6
– 1 mossa di Alfiere: Ac1-h6
– 2 mosse dei Cavalli: Cb1-d2, Cg1-f3
– 4 mosse di Torre: Ta1-c1, Tc1-c3, Tc3-f3, Tf3-f6
… un momento, perché 4 mosse di Torre? non è meglio Ta1-d1, Td1-d6, Td6-f6? Sì, sarebbe meglio, ma è impossibile, la Ta1 si libera solo dopo Cb1-d2 e il Cavallo resterà sempre in d2 quindi la colonna ‘d’ non è mai aperta per la Torre.

Chiarite le mosse di Torre, facciamo la somma e otteniamo esattamente le 12 mosse giocate, il bianco non può perdere tempi e deve sincronizzare bene le mosse: ad esempio la spinta f2-f4 viene prima di Cg1-f3, ma dopo Tf3-f6. A questo punto però ci rendiamo conto che al bianco manca il pedone ‘d’, e deve essere stato mangiato in d2 perché una sua mossa ci sballerebbe il conto delle mosse. Quindi la via più semplice sembra essere il Cg8 che muove in f6-e4 cattura in d2 e poi torna indietro. Proviamo!

1. c4 Cf6 2. Da4 Ce4 3. Dc6 (la Donna è arrivata a casa) Cxd2 4. e4! (solo dopo che il Cavallo è passato)

Il cavallo in d2 adesso deve muovere per lasciar uscire i pezzi del bianco (ricordo che f2–f4 e Cg1-f3 vanno giocate dopo aver fatto passare la Torre), ma dove? Non può passare da ‘f3’ perché darebbe scacco e il bianco non ha tempi per mosse di Re, quindi resta solo b3

4 … Cb3 5. Ah6

Heinonen dopo 5 Ah6
Posizione dopo 5. Ac1-h6

Qui siamo al punto cruciale: il Cb3 deve tornare a casa passando per ‘f6’ prima che ci arrivi la Torre bianca, ce la farà? In teoria potrebbe arrivarci in quattro mosse, ma i percorsi ottimali (d4-f5-h6-g8, c5-e4-f6-g8 ecc.) sono tutti ostruiti da pezzi bianchi. Dato il colore di ‘g8’, bianca come ‘b3’, il Cavallo ha comunque bisogno di un numero pari di mosse, quindi possiamo provare con sei e ci sono diversi percorsi possibili, però …

5. … Cd4 6. Cd2 Cf5 7. Tc1 Cg3 8. Tc3 Ch5 9. Tf3 Cf6 ci siamo… 10. ??? o caspita e il bianco cosa muove adesso?

Come fare ad arrivare in meno di sei mosse? Vi deve venire l’illuminazione e se conoscete il campo l’illuminazione vi arriverà velocemente. C’è modo di arrivare in ‘g8’ in cinque mosse? Certo che c’è… basta usare l’altro cavallo!! C’è un percorso? Sì, e ce n’è solo uno!

5. … Ca6! 6. Cd2 Cb4 7. Tc1 Cd5 8. Tc3 Cf6 9. Tf3 Cg8! giusto in tempo! Il seguito è facile  10. Tf6 Cc5 11. f4 Ca6 12. Cf3 Cb8 e voila, per miracolo siamo alla posizione del diagramma. Vedendo la posizione iniziale ve lo immaginavate che i Cavalli ‘g8’ e ‘b8’ si dovessero necessariamente scambiare di posto?

La prossima puntata vedremo un esempio ancora più stupefacente, opera di quello che, a mio parere, è il più grande problemista di tutti i tempi e non solo perché è mio amico.

2 thoughts on “Il ballo dei cavalli finlandesi

Add yours

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: