La Domenica Scacchistica: Zurigo

(Claudio S.)

Osservando i suoi tram lungo le strade e i suoi battelli sul lago, ci si rende conto di quanto Zurigo sia città precisa come un “orologio svizzero”.
A Zurigo si cercò di mettere ordine anche all’interno della mente umana: l’ospedale psichiatrico Burgholzli, ad inizio Novecento, fu all’avanguardia in Europa. Lì si definirono schizofrenia ed autismo, lì si idearono il metodo delle libere associazioni ed il “Test di Rorschach”, basato sulla interpretazione di dieci macchie d’inchiostro simmetriche.
E’ evidente come Zurigo sia una città della (e per la) scienza. Il suo Politecnico, fondato nel 1854, è tra i più conosciuti e prestigiosi al mondo e ha visto insegnare, o studiare da allievi, più di 20 premi Nobel.
Ma la città è double face in modo stupefacente: scienza sì, ma rispetto massimo per la natura e per gli animali. Basti pensare che a Zurigo, nell’ambito del progetto nazionale per la protezione dei chirotteri, il centro di coordinamento per la protezione dei pipistrelli ha messo in atto tutta una serie di accorgimenti per la loro difesa, compresi appositi nidi collocati sui lampioni dei parchi: il pipistrello è un animale eccezionale dal punto di vista scientifico, si orienta perfettamente nel volo notturno grazie ad un sofisticato sistema radar, non è portatore di malattie pericolose per l’uomo e per gli altri animali domestici, la sua presenza tiene lontane dalle abitazioni mosche e le fastidiosissime zanzare (di cui si nutre) e il suo sterco è un ottimo concime per le piante!

(UnoScacchista)
Dal 26 al 30 Dicembre si gioca a Zurigo il 42° Open di Natale. Previsto su 7 turni in 5 giorni (doppio turno il 27 e il 29) è un appuntamento tradizionale che quest’anno, per sua sfortuna, si trova ad essere sovrapposto al Mondiale Rapid e Blitz che si gioca a San Pietroburgo nelle stesse date. Vinto nel 2017 dal GM rumeno, ora tedesco, Nisipeanu, vede giocare tra i 2600+ i GM Guseinov, Bauer, Bluebaum, Martirosyan e Svane. Tra i circa 100 iscritti, ai nastri di partenza anche gli italiani Giulio Borgo, Christian Palozza, Federico Madial, Franco Misiano e Leonardo Bolognese.

[Se ti interessa, puoi partire da qui per visitare molti altri Luoghi degli Scacchi]

One thought on “La Domenica Scacchistica: Zurigo

Add yours

  1. Ho visitato a Zurigo lo storico circolo di scacchi e partecipato al Weinachsturnier tanti anni fa’. L’articoli mi scatena bei ricordi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: