Uno Scacchista

Annotazioni, Spigolature, Punti di vista e altro da un appassionato di cose scacchistiche

Stranezze in apertura/26

3 min read

(del GM Sergio Mariotti)
Questa partita sembra una Caro-Kann in contromossa, ed invece è solamente una apertura che fa una infrazione al principio del rapido sviluppo. A volte anche io l’ho adottata ed il suo scopo è di uscire subito dalle vie conosciute dalla teoria e far giocare l’avversario con la propria testa, cosa che per molte persone è un fastidio incredibile, visto che non hanno più riferimenti ai quali appoggiarsi.

Una volta il mio maestro russo mi disse che usare troppa teoria impedisce di usare la propria fantasia e porta ad applicare dogmi non del tutto esatti, e mi disse anche che la teoria va conosciuta per non usarla, il che vuole dire che appena possibile si deve uscire da essa ed usare il proprio cervello!

DUBINSKJ – DONCENKO
Russia 1978
Apertura irregolare

Un caro saluto a tutti, Sergio Mariotti.


Cliccate qui se volete rivedere le altre “Stranezze in apertura” di Sergio Mariotti.


Sergio Mariotti è nato a Firenze il 10.8.1946. Campione italiano nel 1969 e 1971, MI nel 1969 e GM (il primo italiano) nel 1974, dopo il bronzo individuale alle Olimpiadi di Nizza, quando la rivista “Chess Magazine” lo battezzava come “The italian fury”. Nel 1976 è stato buon 10° all’Interzonale di Manila. In Italia ha vinto ovunque negli anni ’70, ma all’estero ha giocato pochi tornei, anche per motivi di lavoro. E’ stato Presidente FSI (1994-1996) e in seguito commissario tecnico della squadra nazionale. È presidente della ASD QUATTROTORRI.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: