Uno Scacchista

Annotazioni, Spigolature, Punti di vista e altro da un appassionato di cose scacchistiche

Il problema senza mosse

3 min read

(Topatsius)
Geniale. E’ l’aggettivo che meglio definisce quel grande della composizione che è stato Sam Loyd (Philadelphia 1841-New York1911), un genio paragonabile, come azzardò a scrivere qualcuno, “a Bach e Beethoven messi insieme”! Vabbeh, avrà esagerato, ma sappiamo come Loyd sia stato un vero e proprio mito per i problemisti di scacchi.

La fantasia del matematico Loyd spaziava ogni tanto oltre i tradizionali problemi. Di lui avete già visto lo “stallo in 10 mosse”? No? Potete vederlo qua.

E lo conoscete il suo “problema senza mosse”? Eccolo. Mi fu mostrato a Vilnius da un giocatore svedese tanti anni fa. Non so null’altro, mi dispiace, di questo “scherzo”, ma vale la pena pubblicarlo per la sua originalità.

U.S. Chess Association, Lexington 1891

Loyd pare lo abbia presentato con questa scarna dicitura: “Il Nero abbandona”.

La soluzione da trovare non è il motivo per il quale il Nero (che, come vedete, è sotto scacco) abbandona, bensì qual è stata l’ultima mossa del Bianco.

Forza, allora: “Qual è stata l’ultima mossa del Bianco?”E quali sono state l’ultima mossa del Nero e la penultima del Bianco?”.

Non ci vuole molto a capire cosa sia successo sulla scacchiera, basta qualche attimo di concentrazione e … voilà … il gioco è fatto!

La soluzione è comunque nascosta, per chi vuol far prima o verificare la sua, anche qui sotto.

Come prima cosa, l’ultima mossa del Bianco non può essere stata nè a8=A+ né b7xa8=A+ e neppure b7xc8=D+, perché il bianco avrebbe dovuto catturare 10 pezzi neri, cosa impossibile. Il numero di catture (10) è dato da quante catture dovrebbero aver effettuato i pedoni bianchi per arrivare nella configurazione della posizione:

1 cattura – Pedone a3 (proveniente dalla colonna b)
1 cattura – Pedone b4 (proveniente dalla colonna c)
3 catture – Pedone b5 (proveniente dalla colonna e)
5 catture – Pedone a7 oppure pedone promosso in a8 o c8 con cattura da b7 (proveniente dalla colonna f)

Come dicevo, servono 10 pezzi neri da catturare. Sulla scacchiera ci sono 6 pezzi neri, quindi potrebbe sembrare possibile che 10 di essi siano stati catturati dai pedoni bianchi, ma va notato che ci sono i pedoni neri e7 e g7. Questo vuol dire che il mancante Alfiere nero camposcuro deve essere stato catturato nella sua casa di partenza e, quindi, da un pezzo e non da uno dei pedoni bianchi.

Lo scacco deve essere quindi uno scacco di scoperta dell’Aa8 (che non si è mosso), grazie allo spostamento del Re bianco da f3. C’è un solo modo perché ciò sia legale: con il Re bianco in f3, c’erano un pedone bianco in g2 ed un pedone nero in f4.

Il Bianco ha giocato

In questa posizione, il Bianco vince facilmente e il Nero preferisce abbandonare.

1 thought on “Il problema senza mosse

Rispondi a .marioV Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: