Hitchdorf, un campione poco conosciuto

(UnoScacchista)
Dagli archivi della memoria (analogica e digitale) riaffiorano immagini che ci parlano di un giocatore affascinante e misterioso del secolo scorso: Miguel-Alfred Hitchdorf.

Nato in Europa ma trasferitosi nel continente americano allo scoppiare della Seconda Guerra Mondiale, Miguel-Alfred è diventato rapidamente uno dei Grandi Maestri della sua arte.

“Non esiste terrore nello scacco matto, ma solo nella sua attesa” (M.A.H.)

Noto per le sue battute salaci (à la Tartakower, uno dei suoi amati insegnanti), Hitchdorf era solito sacrificare la Donna per aggiungere suspense alle sue creazioni.

hitchcock-o-najdorf
Apparentemente tranquillo, Hitchdorf si trasformava alla scacchiera, puntando sempre a posizioni ad alta tensione.

In lunghi anni di pratica, Hitchdorf è stato il promotore e teorico di una ben nota variante della Difesa Siciliana, in grado di creare occasioni di combinazioni tali da generare spesso un senso di vertigine negli spettatori.

najdorf-o-hitchcock
Riflessivo ma letale: una partita di Miguel-Alfred non era mai per deboli di cuore.

Nonostante voci insistenti circolate nel mondo degli aficionados, Miguel-Angel non sviluppò mai una vera passione per l’ornitologia, come alcuni spezzoni video degli anni ’60 potevano suggerire. Anzi…

hitchcock-e-la-bird
… Hitchdorf non era un fan della Bird e delle sue varianti

Rimangono comunque insuperate alcune scene viste all’Hollywood Chess Group, dove convinse a giocare molti attori famosi.

On the set of
James Stewart, Grace Kelly e Wendell Corey, ripresi da Hitchdorf da una finestra sul cortile dell’Hollywood Chess Group Club

Vogliamo chiudere queste brevi note su Miguel-Angel Hitchdorf con una delle più famose interpretazioni, oggetto, a suo tempo, di una sorta di intrigo internazionale. La partita, giocata a Varsavia e ritenuta per anni giocata nel 1935, è stata poi ricollocata temporalmente nel 1929 (anche se Kasparov la riporta giocata nel 1928).

Glucksberg – Hitchdorf, Varsavia 1929
1. d4 f5 2. c4 Cf6 3. Cc3 e6 4. Cf3 d5 5. e3 c6 6. Ad3 Ad6 7. O-O O-O 8. Ce2 Cbd7 9. Cg5 Axh2+ (iniziano le danze, con un sacrificio che sembra abbastanza di routine) 10. Rh1 Cg4 11. f4 De8 12. g3 Dh5 13. Rg2 E adesso, povero Alfiere? Il Bianco minaccia di catturarlo con Th1 e Cf3. Hitchdorf, per contro, inizia una diabolica sequenza di sacrifici .

Glucksberg-Hitchdorf dopo 13.Rg2

13. … Ag1!! 14. Cxg1 (altre mosse prendono matto rapidamente) Dh2+ 15. Rf3 Il Nero deve portare i suoi pezzi in gioco senza indugi. Ma come?

Glucksberg-Hitchdorf dopo 15.Rf3

15. … e5! Minacciando matto, ma soprattutto iniziando a smontare il muro di pedoni attorno al Re Bianco e a liberare la strada  per l’ingresso in gioco dell’Ac8 16. dxe5 Cdxe5+ 17. fxe5 Cxe5+ 18. Rf4 Cg6+ 19. Rf3 Il Nero deve continuare ad aprire linee. Fino ad ora i pezzi del Bianco sono rimasti immobili ed assistono impotenti ai colpi del Nero.

Glucksberg-Hitchdorf dopo 19.Rf3

19. … f4!! Minacciando sia 19. … Ce5# sia l’ingresso letale dell’Alfiere 20. exf4 Se 20.Axg6 Ag4+ 21.Rxg4 Dxg3+ 22.Rh5 hxg6+ 23.Rxg6 Tf6+ 24.Rh5 Th6#  (Kasparov) 20. … Ag4+!!

Glucksberg-Hitchdorf dopo 20. ... Ag4+

Il colpo di grazia! Il resto è forzato ed elegante 21. Rxg4 Ce5+ 22. fxe5 h5#

Glucksberg-Hitchdorf posizione finale
La posizione finale merita sicuramente un ultimo diagramma: i pezzi del Bianco non si sono mossi più dopo la 14ª mossa!

Viste la disperata fuga del Re Bianco e la quantità di sacrifici effettuati dal Nero per dare lo Scacco Matto, la partita venne soprannominata “Caccia al ladro“, decisione però osteggiata da tutte le monarchie mondiali visto l’accostamento tra Re e ladri.

“In una partita a scacchi c’e’ solo una cosa piu’ importante del calcolo, ed e’ l’immaginazione” (M.A.H.)

La partita è poi rimasta nella memoria collettiva con il nome notorio di “Immortale Polacca“. A Hitchdorf questo nome non piacque mai molto (“L’immortalità è banale“), ma a noi, suoi appassionati, vedere il turbinio di figure nere che si scagliano contro il Bianco fino al colpo finale continua a dare i brividi!

The-Birds

2 thoughts on “Hitchdorf, un campione poco conosciuto

Add yours

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: