Kovalev vola alto all’Aeroflot 2018

(UnoScacchista)
A Mosca, nel tradizionale Open Aeroflot, si è imposto con autorità il 24enne bielorusso Vladislav Kovalev. Il torneo è stato avaro di soddisfazioni per i giocatori con l’Elo più alto, con Fedoseev giunto 46°, Vidit 35° e Andreikin 22°. Ottima le prestazioni dell’indiano Sethuraman e della nostra vecchia conoscenza Gordievski, rispettivamente secondo e terzo.

[Nella foto, il Boeing B777-300ER recentemente acquistato da Aeroflot e nominato M. Botvinnik in onore del grande campione sovietico.]

Dopo aver ottimamente figurato nell’Aeroflot del 2017, dove giunse 3°, Kovalev ha vinto con sicurezza e senza mai essere in reale difficoltà. Il suo score “perfetto” (5 vittorie con il bianco e 4 patte con il Nero) testimoniano di una raggiunta maturità, che lo dovrebbe portare presto oltre l’attuale Elo Live di 2667. D’altra parte il bielorusso ha tra le sue caratteristiche la costanza di rendimento e questa brillante affermazione gli offre la grande opportunità di giocare lo Sparkassen Chess Meeting a Dortmund nel prossimo Luglio.

Kovalev e Sorokina Aeroflot 2018
Kovalev e Anastasia Sorokina, presidentessa della Federazione bielorussa

Grande la soddisfazione per la presidentessa della Federazione bielorussa, Anastasia Sorokina, che, oltre a vantare il crescente ruolo della Bielorussia nel panorama scacchistico mondiale (ha ospitato e ospiterà molti campionati europei e mondiali, fino a candidarsi per le Olimpiadi del 2022), in una intervista a Sport Express ha citato tra i possibili motivi della vittoria di Kovalev la sessione di training organizzata poco prima dell’Aeroflot con il GM Tukmakov. Un’altra sessione è già organizzata per il prossimo Giugno, quindi aspettiamoci grandi cose da Kovalev a Dortmund!

Classifica Aeroflot 2018
Classifica finale dell’Open Aeroflot 2018

Come si vede, alle spalle del vincitore si è svolta una dura battaglia tra i nove giocatori che si erano seduti alll’ultimo turno appaiati con un punto di svantaggio da Kovalev. Alla fine l’hanno spuntata Sethuraman e Gordievsky, che hanno entrambi vinto con il Nero.

Podio Aeroflot 2018
Il podio dell’Open Aeroflot 2018

Ottimo il torneo dell 17enne iraniano Mohammad Amin Tabatabaei, in testa al settimo turno assieme a Kovalev: due sconfitte negli ultimi due turni lo hanno privato di un piazzamento di prestigio, ma non della terza norma di GM. Molto vivace la battaglia tattica che lo ha portato alla vittoria contro Fedoseev al sesto turno.

Fedoseev-Tabatabaei, R6 dopo 17. Cf3
Fedoseev-Tabatabaei, R6 dopo 17. Cf3

L’attacco del Bianco non è arrivato da nessuna parte e il Nero vince agevolmente dopo la semplice 18. Dg4. Tabatabaei però decide di giocare per il pubblico e si avventura in un sacrificio brillante che però, a gioco corretto, porta solo alla patta. 17. … Te2 18. Rxe2 Dg2+ 19. Rd3 Df2 20. Cxd4 Cc5+ 21. Rc3 Ce4+ 22. Rd3 Cc5+ 23. Rc3 Ce4+ 24. Rb3 Dxd4 25. c3 Dd3 A questo punto la partita sembra avviata verso una patta per scacco perpetuo. Invece… 26. Df1? La mossa che butta via la partita: a discolpa di Fedoseev, bisogna ammettere cha la risposta del Nero non è facile da vedere. 26. … Cc5+ 27. Ra3

Fedoseev-Tabatabaei, R6 dopo 27. Ra3
Fedoseev-Tabatabaei, R6 dopo 27. Ra3

Qui l’iraniano ha giocato la brillante 27. … Txh5! Visto che (1) la Torre è intoccabile pena la perdita della Donna, che (2) non si possono cambiare le donne perchè si perde la Torre e che (3) non si può prendere il Cavallo a causa del matto dopo 28. gxf6 Txh1 29. Dxh1 Da6+ 30. Rb4 Da4#, Fedoseev non ha potuto fare altro che giocare 28. Tg1, andando però a perdere dopo 28. … Dc2 29. b4 a5 30. gxf6 (30. bxc5 Axc5#) 30. … axb4+ 31. cxb4 Da4+ 32. Rb2 Dxb4+ e vittoria del Nero alla 40ª mossa.


Dopo Fedoseev, l’iraniano ha battuto il 2° arrivato Sasikirian, ha perso con il vincitore Kovalev e, infine, ha perso con Gordievsky la partita che avrebbe potuto regalargli il terzo posto. Il ragazzo ha comunque dimostrato di avere stoffa e lo aspettiamo nei prossimi tornei.

Tabatabaei-Gordievsky, 9° turno Aeroflot 2018
Tabatabaei-Gordievsky, 9° turno Aeroflot 2018. Il dramma del giovane iraniano che al termine dello zeitnot ha realizzato di avere partita persa.

Opaca la prova dell’indiano Vidit, che dopo una sequenza di sette patte è riuscito a battere Sorokin, attirandosi la “solita” battuta di Giri “La forza di volontà, la stabilità e la perseveranza! Le qualità che Vidit deve ancora sviluppare. Ed era partito così bene a Mosca…” (il riferimento è ovviamente alla fama di pattaiolo di cui gode Giri). Vidit, per non deluderlo, ha poi pattato anche l’ultima partita.

Una breve citazione anche per la 19enne russa Alexandra Goryachkina, che con il 50% dei punti ha retto bene, raggiungendo una prestazione pari a 2601 e registrando una norma di GM dopo quella di IM di Gibilterra.

Goryachkina @ Aeroflot 2018
Alexandra Goryachkina in azione

Un’ultima annotazione riguarda la copertura geografica del torneo: solo sette giocatori su 92 provenienti dall’Europa occidentale, e nessuno di primo piano (senza fare torto al Campione del Mondo Juniores, il norvegese Tari, che è arrivato 34° e primo dello sparuto gruppetto). Va bene che l’Aeroflot è sempre stato un torneo spiccatamente “russo”, ma qualche riflessione, come quella svolta da Riccardo due giorni fa, viene spontanea.

95° Aeroflot, 2018

[Tutte le foto sono di Boris Dolmatovsky]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: