Un altro “sfondamento con mèta”!

(tratto numero 23 al bianco: voi cosa giochereste?)

(Topatsius)
Un mio conterraneo, Vincas Kasparavicius, ha guardato il mio post di mercoledì scorso “Sfondamento e meta” e mi ha scritto una mail dichiarando di essere sempre stato attratto da combinazioni imperniate sui pedoni avanzati:
Top, ma quest’altra qua te la ricordi?”.

No, Vincas, ma la mostriamo subito ai nostri lettori, considerato che questa settimana UnoScacchista ci consente di restare sul tema della “mèta” e di ospitare ancora un mio breve post”.

Mi dispiace solo che ancora una volta, come martedì scorso con “Barcza non basta ma non guasta, la vittima designata sia l’ex campione del mondo Smyslov. Ma ciò vuol dire che Vassily non era imbattibile, e comunque un giorno o l’altro rimedieremo mostrandovi qualcosa di buono del baritono di Mosca. Sapevate che era un bravo baritono, sì?

Oggi gustiamoci come uno dei monumenti dello scacchismo slavo, Svetozar Gligoric, sia riuscito a “sfondare” e a “portare in mèta” il suo pedone. Siamo a Kiev nel 1959 (match URSS-Yugoslavia).

23.Axg5!

L’avreste giocata anche voi, sì?

Un sacrificio inatteso, un “motivo” assai raro in quanto l’avversario di Gligoric prende quell’alfiere con scacco e quindi apparentemente guadagna un tempo. E’ certo che la posizione del diagramma suggerisce che già dalle prime mosse i due se le siano date di santa ragione; guardate com’è ridotto il lato di Re!

23. … Dxg5+  24.Tg2!

In realtà mi sa che il tempo lo guadagna il bianco! Ora Gligoric vincerebbe subito con 25.g7 se la Donna nera tornasse, ad esempio, in e7.

E allora segue:

24. … De3+  25.Rh1 Rg7  26.Dh7+ Rf6  27.Dh4+ Rg7  28.Dh7+ Rf6

Forza, Svetozar, è ora di concludere! Ormai è fatta, è un gioco da ragazzi.

Gligoric-Smyslov, Kiev 1959, dopo 28. … Rf6

29.g7! Dxd4 

Che altro potrebbe giocare Smyslov? Non va 29. … Tg8 a causa di 30.Dh4+ Rf7  31.Ag6+ e matto in due.

30.gxf8=D+: mèta con apparente sacrificio. Ma il bianco minaccia Dg7 matto.

30. … Axf8   31.Te1

E qui Smyslov alza bandiera bianca perché non vi è modo di impedire la successiva entrata di torre in g6: 1-0.

Vincas ci aggiunge per noi una curiosità: Gligoric non avrebbe dovuto giocare questa partita, venne chiamato in sostituzione di Borislav Ivkov che era volato in Argentina per sposarsi con Olga Maria Kesic.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: