Errori decisivi a Porto Carras

(Topatsius)
Uberto ha giustamente celebrato l’ottima prestazione di Vocaturo al Campionato Europeo di Club 2018, ma come sapete io sono più interessato a quello che rende anche i forti giocatori simili a noi dilettanti: errori e, talvolta, orrori. Ecco quelli che, di fatto, hanno deciso la classifica finale del torneo.

Dopo il 6° turno, la classifica era questa:

11 puntiValerenga Sjakklubb
10 punti – Obiettivo Risarcimento Padova, AVE Novy Bor, Mednyi Vsadnik St.Petersburg, Molodezhka

Con un torneo di soli 7 turni, è evidente che l’ultimo turno ha visto scontri diretti decisivi:

1 – Mednyi Vsadnik St.Petersburg – Valerenga Sjakklubb (finito 4-2)
2 – Obiettivo Risarcimento Padova – Molodezhka (finito 3-3)
3 – Odlar Yurdu – AVE Novy Bor (finito 2-4)

Vi mostrerò adesso gli errori/orrori che hanno deciso i risultati dei primi due match e, di conseguenza, la classifica finale. Cominciamo dalle due partite decisive nel match dei primi in classifica.

Ma i guai per i norvegesi erano cominciati anche prima, a causa di questa svista clamorosa di Predojevic.

E così abbiamo visto come i norvegesi di Valerenga Sjakklubb hanno perso le speranze di vittoria. Visto che i cechi di AVE Novy Bor erano ben messi per battere gli azeri di Odlar Yurdu, la partita decisiva era diventata quella di Obiettivo Risarcimento Padova (ORP). Anche perchè, avendo lo spareggio migliore, battendo i russi di Molodezhka avrebbero vinto la medaglia d’oro.

Messo a verbale lo scambio di vittorie in quarta (per ORP ha perso Granda Zuniga) e quinta scacchiera (dove per ORP ha vinto Vocaturo) e vedendo chiaramente che Leko e Paravyan avrebbero pattato, l’attenzione era tutta sulle rimanenti tre partite.

Tutto a posto per ORP quindi? Purtroppo no, perché Sabino Brunello, in 6ª scacchiera, è in grande difficoltà contro Lomasov ed è in procinto di essere battuto. Quando…

Insomma, tutto rdipendeva dalla partita tra Vallejo Pons (ORP) e Chigaev. Lo spagnolo ha giocato molto bene e si appresta a chiudere la partita, ma, purtroppo per lui e per il club, non tutte le strade portano sul podio.

Così il match è finito 3 a 3, per questa classifica finale (in ordine di spareggio tecnico):

12 puntiMednyi Vsadnik St.Petersburg, AVE Novy Bor,
11 puntiMolodezhka, Obiettivo Risarcimento Padova,  Valerenga Sjakklubb, Alkaloid

Appuntamento con l’oro rimandato per Obiettivo Risarcimento Padova, che, come la Nazionale italiana di pallavolo femminile ai mondiali giapponesi, si è purtroppo fermato a un’inezia dalla vittoria finale. Bravi lo stesso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: