Svidler e Goryachkina campioni al tie-break

(UnoScacchista)
Giovedì 14 Dicembre si sono conclusi a San Pietroburgo i due tornei cosiddetti di “Superfinale” per il titolo di campione russo maschile e femminile. Sono stati due tornei molto tesi ed equilibrati, anche se non di eccelsa qualità di gioco. Alla fine dell’ultimo turno in entrambi i casi si è reso necessario lo spareggio Rapid. Sono risultati vincitori Peter Svidler (al suo ottavo titolo!) e la 19enne Aleksandra Goryachkina, che alla sua giovane età ha quindi già vinto due volte il titolo.

[Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa]

I tornei, che si sono svolti nella sede del “Museo Statale della Storia Politica della Russia”, non hanno visto giocare tutti i migliori giocatori russi, ma sono stati comunque di ottimo livello dal punto di vista della qualità dei giocatori.

RUS17M - Fedoseev
Vladimir Fedoseev (Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

L’inizio del torneo maschile è stato molto favorevole per Vladimir Fedoseev, che ha preso il largo con un perentorio 4 su 4, mentre Svidler rimaneva al 50%. Al quinto turno Riazantsev ha vinto contro il super combattivo Volkov (due sole patte per lui) con una bella combinazione finale.

Volkov-Riazantsev dopo 22.De1
Volkov-Riazantsev dopo 22.Dd2-e1?

L’ultima mossa del Bianco è un grave errore (era indispensabile mantenere il controllo sia di e2 che di d4 con 22. Dd3) e il Nero ne approfitta immediatamente con 22. … Ad4+ 23. Rg2 Dg4+ (la più elegante e anche la più efficace) 24. Rf1 Dh3+ 0-1 Bello il matto con i due alfieri.

Il torneo è continuato con un Fedoseev che ha progressivamente rallentato, fino ad arrivare all’ultimo turno con quattro giocatori appaiati a 6 punti: tra di loro il redivivo Svidler che, con un po’ di fortuna, ha risalito la classifica.

RUS17M - Svidler
Peter Svidler (Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

L’ultimo turno ha visto una rapida e brillante vittoria di uno dei battistrada, Vitiugov, contro il malcapitato Volkov. Questa la brillante sequenza che gli ha permesso di assicurarsi come minimo il primo posto a pari merito.

Volkov-Vitiugov dopo 14.000
Volkov-Vitiugov dopo 14. 0-0-0?

Anche in questo caso il Bianco sta peggio, ma l’ultima mossa è un errore tattico. L’allineamento dei reali bianchi sulla diagonale c1-h6 “chiama” il sacrifio in e3, che Vitiugov esegue: 14. … Txe3 15. Axg4 Txc3+ 16. Dxc3 (forse solo ora Volkov ha visto che 16. Rb1 non va a causa di 16. … Cf6!) 16. … Dg5+ 17. Rb1 Dxg4 e il Nero è andato a vincere senza troppi problemi in altre 15 mosse.

Con la collaborazione di Malakhov, anche lui in lizza per la vittoria, Svidler è riuscito a vincere di nuovo, raggiungendo Vitiugov in testa, mentre Fedoseev ha visto i suoi legittimi sogni di gloria infrangersi contro Romanov, con il quale non è andato oltre la patta. Questa quindi la classifica finale:

RUS17M - Classifica Finale
Classifica finale del 70° Campionato russo maschile

Secondo il regolamento, il titolo è stato deciso con un match Rapid (15’+10″), eventualmente seguito da una partita Armageddon (5′-4′ senza incremento).

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

Nella prima partita Vitiugov ha avuto a lungo la meglio, ma alla fine, con poco tempo, ha commesso un errore cercando lo scacco perpetuo e ha perso. La seconda partita è stata senza storia e Svidler ha vinto lo spareggio per 2-0 e il suo ottavo titolo.

RUS17M - Podio
Il podio maschile. Vitiugov appare ancora scosso dall’esito del tie-break (Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

Il torneo femminile ha seguito un andamento simile, con Valentina Gunina lesta a scappar via, ma presto raggiunta e superata da Pogonina e Goriachkina. Fondamentale per la classifica la vittoria di quest’ultima contro Evgenija Ovod al 10° turno in una maratona di 104 mosse.

RUS17F - Pogonina
Natalia Pogonina (Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

All’ultimo turno la Pogonina e la Goryachkina erano appaiate in testa con 6.5 punti, seguite a mezzo punto da Olga Girya, unica inseguitrice teoricamente in grado di raggiungerle.

RUS17F - Goryachkina
Aleksandra Goryachkina (Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

L’ultimo turno ha visto tutte patte tranne la vittoria di Alina Kashlinskaya, per lei utilissima, visto che le ha fruttato il terzo posto in classifica e quindi la qualificazione automatica per la Superfinale 2018. La classifica finale, qui sotto, ha comportato anche in questo caso un match di spareggio con le stesse regole del torneo maschile.

RUS17F - Classifica Finale
Classifica finale del 67° Campionato russo femminile

Anche in questo caso il risultato è stato un secco 2-0, con la giovane Goryachkina che ha vinto con sicurezza la prima partita con il Nero e gestito, con qualche patema d’animo, la seconda, vinta comunque per il tempo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

Per Goryachkina, Pogonina e Kashlinskaya, c’è un meritato podio, dal quale sono rimaste fuori le altre due componenti della nazionale russa, la Gunina (troppo spesso soggetta a crolli a metà torneo) e la Girya.

RUS17F - Podio
Il podio femminile (Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

Il montepremi dei due tornei è diverso (quello femminile è la metà di quello maschile), ma entrambi i campioni hanno vinto anche una Renault Kaptur: la Goryachnkina dovrà però prendere la patente prima di poterne fare uso!

(Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

Una volta consegnati premi e diplomi, i giocatori sono andati chi a preparare le feste chi a prepararsi per i prossimi tornei, principalmente il Campionato del Mondo Rapid e Blitz di Riyad.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

Per tutti,  gli auguri di Natale da San Pietroburgo, una delle più affascinanti città europee (per esperienza diretta!).

RUS17 - San Pietroburgo
La Piazza dell’Hermitage (Foto di Eteri Kubashvili dal sito della Federazione russa)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: