“Emerging masters”: Dmitry Gordievsky

(Riccardo M.)
Beh, anzitutto non dobbiamo confondere gli emerging masters con gli emerging markets, noti questi ultimi agli operatori finanziari internazionali. Chiaro, sì? In ogni modo gli uni e gli altri hanno in comune sia dei titoli sia delle quotazioni. E di certo l’operatore scacchistico che avesse fatto una puntata nel 2015 su Gordievsky non si troverebbe oggi per nulla pentito.

(foto dall’Open di Mosca 2017)

Ad inizio 2016 Dmitry Gordievsky, età venti anni, era un Maestro FIDE, è divenuto due mesi dopo M.I. e a giugno ha ottenuto la prima norma di GM.

Non che fosse del tutto uno sconosciuto, visto che un momento di celebrità gli era arrivato già da un bel successo blitz su Grischuk, che vedete in questo interessante filmato :

Il ragazzo è giunto, nel febbraio 2016, 1°/2° a Mosca alla pari con il povero Eliseev ma dietro di lui per spareggio tecnico (7,5 p. su 9), in un “Open A” che vedeva al via una trentina di GM. Non ha avuto, è vero, un cammino molto ostico, ma notevole è stato il suo successo all’ultimo turno contro uno dei favoriti, Inarkiev.

Perché parlo qui di Dmitry Gordievsky? Perché lui è stato il vincitore del “Memorial Alekhine” di Voronezh 2016, torneo al quale abbiamo già dedicato un articolo nello scorso giugno. A Voronezh Dmitry era appena il n.16 del seeding, ma è salito sul gradino più alto, precedendo per spareggio, anche stavolta con 7,5 su 9, il GM Ivan Rozum (che lo aveva agguantato all’ultimo turno grazie ad un successo col nero contro Bocharov, mentre il nostro pattava con Golubov).

Gordievsky, faccia pulita e seria, da giovane della “Mosca-bene”, è stato intervistato a fine torneo. Ha dichiarato che lui è solito cercare il risultato più alto, in ogni occasione, ed ha rivelato una modestia forse insolita per uno scacchista avendo detto di aver ricevuto, nel corso del torneo, un certo aiuto dalla dea bendata, segnatamente al terzo turno nell’incontro con l’indiano NR Vignesh (ma io direi anche al quarto ….).

vignesh-gordievsky-voronezh-giugno-2016
Vignesh-Gordievsky, Voronezh, Giugno 2016

In questa posizione, infatti, non sembra che il pedone nero f3 compensi sufficientemente il pezzo leggero in più del diciottenne indiano di Chennai. I motori qui consigliano per il Bianco 54.Cf4, e la minaccia De8+ parrebbe obbligare il Nero a rientrare in b8 con la sua Torre e quindi a dover cedere gratis il suo pedone f3. Invece il timoroso Vignesh ha scelto sciaguratamente la via della semplificazione con 54. Dg5+??, sciupando il vantaggio e andando persino a perdere dopo altre dieci mosse.

Questo il seguito: 54. … Dxg5 55. Cxg5 Tb1+ 56. Rc2 f2 57. Tf3 f1=D 58. Txf1 Txf1 59. Ce6 Tf7 60. Rc3 Te7 61. Rc4 Rf7 62. Cd8+ Re8 63. Ce6 Txe6 64. dxe6 Re7 0-1

Ecco alcune immagini di Dmitry Gordievsky, tratte dai siti dei due citati tornei.

open-mosca-2016-premiazione-gordevski
Gordievsky premiato per il secondo posto all’Open di Mosca del 2016
open-mosca-2016-gordevski-8
Sempre all’Open di Mosca 2016 (foto di Galina Popova dal sito del torneo)
voronehz-2016-premiazione-gordevski
Gordievsky premiato a Voronezh (foto di Elena Ponomareva dal sito del torneo)

Perché alla sua età Dmitry non è ancora Grande Maestro? Beh, potremmo guardare cosa è successo in seguito nel campionato russo di “Prima Lega”, disputatosi a Kolomna. Il nostro Dmitry qui perde all’esordio con il numero uno del seeding, Matlakov, poi infila tre successi prima di perdere da Zvjaginsev.

Ma è al settimo turno che accade il fattaccio. Ecco la posizione, una posizione a doppio taglio, una di quelle che amava il grande Fischer. Difficile dire chi abbia più possibilità e quale a questo punto sia il tratto migliore per il Nero …

alkseenko-gordievsky-kolomna-2016
Alekseenko-Gordievsky, Kolomna 2016

… non certo quello che ha giocato Gordievsky, ovvero 33. …Tf4?? (e dopo 34. gxf4 il nero abbandona). Non ci sono aggettivi per una svista incredibile come questa, direi che alla pari con un errore simile potrebbe starci a buon titolo solo quello del nostro Zaza nel rigore contro la Germania agli Europei di calcio del 2016 in Francia.

Gordievsky termina con 4,5 punti su 9 (4-1-4, in linea con il suo tipo di gioco). Il torneo lo vince un po’ a sorpresa il giovane ed emergente moscovita Grigoriy Oparin (6,5), che conquista così un posto nella finale di campionato insieme ai suoi primi quattro immediati inseguitori, ovvero Fedoseev, Kokarev, Goganov e Riazantsev, il quale ultimo sarà poi il sorprendente vincitore del campionato assoluto.

E guardate un po’ qua che razza di partita di Gordievsky a Gennaio 2017 con Babujian al Memorial Andranik Margaryan giocato a Erevan.

ULTIMORA: dopo aver scritto questo articolo, il giovane Gordievski ha messo a segno un altro colpo importante. Ha infatti vinto il Torneo Open di Mosca 2017. Potete trovare più informazioni sul nostro post dedicato al torneo.

 

One thought on ““Emerging masters”: Dmitry Gordievsky

Add yours

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: