FIDE World Cup 2017 – Semifinali

(UnoScacchista)
Dopo due intensi spareggi abbiamo quindi il nome dei finalisti della FIDE World Cup 2017: il cinese Ding Liren e l’armeno Levon Aronian. Ma la loro strada per raggiungere, oltre alla finale, i due posti per il prossimo Torneo dei Candidati, non è stata tutta rose e fiori: Ding Liren ha rischiato seriamente nella prima partita e Aronian ha dovuto recuperare una sconfitta per poi arrivare al tremendo incontro finale: l’Armageddon.

[Tutte le foto sono di Anastasia Karlovich, prese dal sito ufficiale del torneo]

Diciamo subito che queste semifinali sono vissute soprattutto sulla giornata di giovedì, quella degli spareggi. Le quattro partite a cadenza regolare sono infatti state avare di emozioni, anche se qualcosa sarebbe potuto accadere nel match tra Ding Liren e So.

FIDE World CUP 2017 - Final

Di sicuro il risultato non ha fatto contenti, oltre ai perdenti, Caruana e Kramnik, che speravano di vedere So qualificarsi per il Torneo dei Candidati direttamente da Tbilisi: adesso la sfida è durissima per il russo, che (secondo i calcoli di qualche volenteroso) deve recuperare ben 15 punti su Caruana o 7 punti su So per qualificarsi. E un torneo Open, come quello dell’Isola di Man, non è l’occasione più semplice.

Ma veniamo a qualche breve impressione sui due match di semifinale.

Maxime Vachier-Lagrave – Levon Aronian

FIDE World CUP 2017 - R6 ARM Aronian wins (Karlovich)
FIDE World CUP 2017 – Round 6, Armageddon – Aronian vince, ma lo sguardo tra i due giocatori è impagabile

Se le due partite a cadenza normale non hanno offerto una grande spettacolo con le loro rapide patte, lo spareggio Rapid è iniziato con un pirotecnico scambio di vittorie. Ha cominciato il francese, vincendo brillantemente la prima partita con il Bianco in una Spagnola con d3. MVL ha giocato con precisione e forza, attaccando sul lato di Re e mettendo in difficoltà l’armeno, che è andato rapidamente in crisi di tempo. Dopo le inevitabili imprecisioni del gioco sul solo incremento, Vachier-Lagrave ha infine chiuso brillantemente.

MVL-Aronian, R6 R1 dopo 63. ... Dc8
Vachier Lagrave-Aronian, Round 6 Rapid 1 – dopo 63. … Dc8

Il Nero è praticamente in zugzwang e la mossa finale di Vachier-Lagrave è deliziosa: 64. De6! 1-0 A questo punto, Aronian ha avuto su di sé tutta la pressione del mondo: come fare a battere un giocatore come MVL “a comando”? Ma giocando f3 contro la Grunfeld e sacrificando un pezzo per l’iniziativa, ovviamente!

FIDE World CUP 2017 - R6 Aronian-Vachier Lagrave (Karlovich)

Aronian ha deciso di giocare il tutto per tutto, come la situazione richiedeva, e non ha esitato a gettare scompiglio sulla scacchiera, sacrificando un Cavallo alla 15ª mossa.

Aronian-MVL, R6 R2 dopo 14. ... Rxg7
Aronian-Vachier Lagrave, Round 6 Rapid 2 – dopo 14. … Rxg7

La “normale” 15. Cge2 non promette molto, inceppando lo sviluppo dei pezzi, quindi Aronian va all’attacco, sviluppando rapidamente i pezzi e aprendo la colonna h: ma la faccenda è tutt’altro che chiara. 15. Ac4!? hxg3 16. hxg3 Th8 17. e5 De7 18. O-O-O (mossa rischiosa, visto che il Nero potrebbe giocare 18. … b5 cominciando a minacciare anche il Re bianco) 18. .. Cd7 19. exd6 Dxd6 20. Ce4 De5 21. d6 g5? (un indebolimento che si rivelerà decisivo. il Nero avrebbe dovuto giocare per sviluppare l’ala di Donna, ad esempio con 21. … Cdf8) 22. The1 b5 23. Ad5 Tb8 24. f4. Adesso il Bianco sta sfondando al centro e sul lato di Re, ma le prossime mosse di MVL portano la partita a una rapida conclusione. 24. … Dd4?

Aronian-MVL, R6 R2 dopo 24. ... Dd4
Aronian-Vachier Lagrave, Round 6 Rapid 2 – dopo 24. … Dd4

L’impossibilità per Donna nera di tornare in difesa del Re e il guadagno di tempo per la manovra della Donna bianca decidono immediatamente l’esito della partita: 25. De2! Db4 26. Dh5 1-0

Le due successive partite Rapid sono terminate patte senza grosse emozioni, viste quelle sperimentate nelle due partite precedente. Poi, nelle partite Blitz, Aronian ha decisamente preso l’iniziativa, mettendo il francese nettamente alle corde. In particolare nella quinta partita MVL era già dato per spacciato in questa posizione.

Aronian-MVL, R6 R3 dopo 32. ... Tf7
Aronian-Vachier Lagrave, Round 6 Blitz 1 dopo 32. … Tf7

Va bene, è una partita Blitz, ma cosa potrebbe opporre il Nero alla semplice 33. Dg5 con arrivo letale di una Torre in d8? E’ francamente sorprendente che il Nero sia sopravvissuto a questo orrore sulle case nere, ma il Blitz è anche questo: nervi, colpo d’occhio e fortuna. La partita non merita di essere mostrata: basta dire che è finita patta alla 55ª mossa e che MVL ha addirittura avuto qualche possibilità di vittoria!

Dopo una seconda partita Blitz abbastanza equilibrata, ma con Aronian sempre dalla parte del leggero vantaggio, si è così giunto alla temuta partita secca: il cosiddetto “Armageddon”. Francamente un obbrorio per gli scacchi e un torto a questi due grandi giocatori, ma questo è uno degli aspetti su cui si basa il formato della World Cup: spettacolo a tutti i costi.

Vachier-Lagrave ha vinto il sorteggio per la scelta del colore nella partita finale e ha scelto di giocare con i Neri. Prima di strabuzzare gli occhi per la sorpresa, dobbiamo considerare che a questo livello giocare per la patta è più facile che giocare per vincere e che il minuto in più a vantaggio del Bianco (5 minuti iniziali contro 4) non è moltissimo per giocatori ben preparati sulla teoria delle aperture. Inoltre, i 3 secondi di incremento concessi dalla 60ª mossa in poi sono considerati favorevoli a chi si deve difendere.

Insomma, Aronian, che già era tornato “dall’aldilà” vincendo la seconda partita Rapid e che aveva sprecato molto nelle partite Blitz, invece di vincere ai punti, come giustizia sportiva suggerirebbe, ha dovuto giocare un’altra partita obbligato a vincere. Il gioco si è sviluppato lentamente e Vachier-Lagrave è riuscito via via a cambiare i pezzi. Arrivati in un finale di Torri apparentemente equilibrato, in molti hanno cominciato a scuotere la testa pensando che per Aronian era ormai finita, ma qualche imprecisione del francese ha permesso all’armeno di costruire una pericolosa iniziativa con i pedoni centrali, fino ad arrivare alla posizione del diagramma.

Aronian-MVL, R6 A dopo 54. e6
Aronian-Vachier Lagrave, Round 6, Armageddon – dopo 54. e6

Il Bianco ha ottenuto qualcosa, ma la continuazione 54… Taa4 55. Tf1+ Tgf4 56. Txf4+ Txf4 57. Txa2 Rxe6 sembra sugellare la patta. Maxime, purtroppo per lui, sbaglia, e di grosso, con 54. … Ta8? 55. Tf1+ Tf4 56. Txf4+ Rxf4 57. Txa2 (ecco il punto!) 57. … Txa2 58. e7 Td2 59. e8=D Txd6 e Aronian ha vinto agevolmente il finale di Donna contro Torre; MVL ha abbandonato alla 78ª mossa.

Una grande vittoria per l’armeno, tra l’altro nel giorno in cui si celebra l’indipendenza dell’Armenia, e una cocente delusione per il francese, che comunque non ha tardato non solo a congratularsi con l’avversario, ma anche a farlo in maniera spiritosa su Twitter.

FIDE World CUP 2017 - MVL-Aronian Tweets
MVL: Congratulazioni ad Aronian – è stata dura e sono sicuro che ci vedremo a Berlino (sede del Torneo dei Candidati) con il mio piano rapido di recupero
Aronian: Grazie, fratello! A questo servono gli amici, per sfidarsi e affrontare l’inevitabile…

Veramente un bel messaggio di simpatia e reciproca comprensione, che fa onore ai due giocatori e agli scacchi. Anche io sono sicuro che Vachier-Lagrave si qualificherà per il Torneo dei Candidati, grazie al FIDE Grand Prix: e se così non fosse, ci sarebbe sicuramente una petizione popolare per vedere assegnata a lui la Wild Card.

Wesley So – Ding Liren

FIDE World CUP 2017 - R6 So-Ding Liren (Karlovich)
FIDE World CUP 2017 – Round 6 So-Ding Liren (foto di Anastasia Karlovich dal sito ufficiale del torneo)

La sfida tra questi due giovani GM, entrambi imbattuti fino qui, ha visto un So stranamente sottotono, che non ha tirato fuori il meglio di sé nella prima partita ed è stato sempre in difficoltà nelle partite Rapid.

So-Ding Liren, R6 P1 dopo 40. ... Cb3+
So-Ding Liren, Round 6 Partita 1 – dopo 40. … Cb3+

Dopo aver rifiutato una precoce proposta di patta da parte del cinese (“Volevo semplicemente giocare qualche altra mossa” è stato il commento di So), nella situazione rappresentata nel diagramma si vede come l’iniziativa del Bianco sul lato Re sia palpabile e l’idea di Ding Liren di portare il Cc5 in d4 sia molto interessante perchè, come vedremo, tende a creare una rete di perpetuo (e, chi lo sa, anche di matto) attorno al Re avversario. Tutti i commentatori (soprattutto quelli da “Stockfish sempre attivo“) sono saltati sulla sedia, contemplando la brillante continuazione 41. Txb3 axb3 42. gxf6 gxf6 43. Rc3 Th7 44. Cxf6 e la misera situazione della Ta5, assieme alle debolezza del pedone b3, al pedone f5 passato e al possibile ingresso della Torre bianca in settima traversa suggeriscono una posizione vicina alla vittoria per il Bianco. Invece So ha continuato in maniera più ordinaria con 41. Rc3 Cd4 42. gxf6 Th2, decidendo poi, sulla base delle minacce del Nero, di rifugiarsi nella patta con 43. Cxb6+ cxb6 44. fxg7 Tc2+ 45. Rb4 Txb2+ 46. Rc3 Tc2+ 47. Rb4 Tb2+ ½-½

Ding Liren-SO, R6 P2 dopo 36. ... Cb6+
Ding Liren-So, Round 6 Partita 2 – dopo 36. … Cb6+

Nella seconda partita è stato il turno del cinese di mettere pressione sull’avversario. Nella posizione del diagramma, merita sicuramente attenzione 37. Th8 Tc7 38. Tdd8! Txc5 39. e5 (minacciando matto!) 39. … f5 40. Tb8 Tc8 41. Thxc8 Cxc8 42. Txc8 e il finale è molto difficile per lo statunitense. Invece la partita è continuata con 37. Tc6 Tc7 38. Txb6 Txc5 39. e5 g5 40. Td3 gxf4+ 41. gxf4 Tc2 e dopo una quindicina di mosse è stata siglata la patta.

FIDE World CUP 2017 - R6 TB So-Ding Liren (Karlovich)
FIDE World CUP 2017 – Round 6 Tie-breaks, Ding Liren-Po

Già dalla prima partita di spareggio si è capito che sarebbe stata durissima per So: nella posizione del diagramma c’era già chi lo dava per spacciato.

So-Ding Liren, R6 R1 dopo 39. ... Rb2+
So-Ding Liren, Round 6 Rapid 1 – dopo 39.Rd2

Che il Bianco sia riuscito a pattare è stato abbastanza un mistero per me: alla lunga, il Ca3, povero animale senza futuro, si sarebbe dovuto immolare sul pedone c2. Ma queste partite, giocate spesso sul puro incremento, sono sovrastate dagli aspetti psicologici e dalla stanchezza: Ding Liren ha trovato strade sempre più contorte pur di non vincere e alla fine è riuscito a pattare una partita che in altre condizioni avrebbe sicuramente vinto.

Ancora scosso dal risultato del primo incontro Rapid, Ding Liren ha offerto patta a So subito, dopo sole 9 mosse. Sorprendentemente So ha accettato questo piccolo omaggio: visto le recriminazioni che sicuramente affollavano la mente di Ding Liren dopo quello che aveva sprecato nella partita precedente, esperienza avrebbe suggerito di continuare  a giocare e a porre problemi. Invece, i giocatori hanno iniziato la loro preparazione per il secondo round di spareggi: ancora Rapid, poi Blitz e poi un Armageddon finale.

La partita fatale è stata la quinta del match, ovvero la prima a cadenza Rapid 10 + 10 sec di incremento.

So-Ding Liren, R6 R3 dopo 39. ... Rf3
So-Ding Liren, Round-6 Rapid-3 dopo 39. Rf3

Le debolezze del Re Bianco e della settima traversa sono molto più concrete della vulnerabilità (e futura caduta) del pedone a2 La mossa del Bianco non è stata ottimale, visto che il Nero è potuto andare in netto vantaggio con 39. Tc3 40. Rg2 Dc6 41. h4 Rg8 42. a4 f6. La partita è poi finita con la vittoria del Nero alla 69ª mossa, in un finale di Donna contro Torre (curiosamente una conclusione simile a quella della partita decisiva dell’altra semifinale).

Nella seconda partita Ding Liren ha controllato senza troppi grattacapi il tentativo di rimonta di So. Alla fine, una vittoria meritata e un rimpianto per lo statunitense, che, come il suo connazionale Caruana, ha puntato male le sue chances sulle partite a cadenza rapida.

E, adesso, tutti a guardare la finale da Sabato 23 a Martedì 26, con l’eventuale spareggio Mercoledì 27 Settembre.


Se volete leggere i post precedenti sulla FIDE World Cup 2017, li trovate qui:

One thought on “FIDE World Cup 2017 – Semifinali

Add yours

  1. Non ho quasi per niente seguito le partite veloci di questa strampalata formula di gioco.
    Però credo di non sbagliare di molto se dico che ieri due tra le “mosse” più belle si siano viste nel post-partita e siano state lo scambio di complimenti su twitter tra Vachier Lagrave e Aronian. Veramente bravi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: