Scacchi e Bridge a ‘TG3 Fuori TG’

(UnoScacchista)
Chi ci segue sa che pubblichiamo spesso post sugli scacchi come attività formativa, educatica e rieducativa, e sull’importanza della promozione degli scacchi nelle scuole. E’ con piacere che vi segnaliamo la puntata del 16 Novembre scorso del programma “TG3 Fuori TG”, nella quale si è parlato di Scacchi e Bridge nei programmi scolastici.

FUORI TG: GIOCANDO SI IMPARA

Sono sempre più numerose le scuole che utilizzano corsi di scacchi e di bridge, per allenare gli studenti a sviluppare cognizioni logiche, a rispettare le regole, ad allenare la concentrazione e, di conseguenza, a migliorare le prestazioni scolastiche. Iniziative che, come vedremo nei nostri servizi, in alcuni casi coinvolgono anche le scuole dell’infanzia. E se queste o altre discipline della mente diventassero materie obbligatorie per formare al meglio i cittadini di domani? FuoriTg, lo spazio quotidiano di approfondimento del Tg3 a cura di Mariella Venditti. Ospiti di Maria Rosaria De Medici il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione Vito De Filippo, il Maestro Nazionale di scacchi Adolivio Capece e Gabriele Tanini della Federazione Italiana Gioco Bridge.

Questa l’introduzione del filmato che vi proponiamo qui sotto, ripreso dal canale YouTube della RAI. Sono 21 minuti durante i quali potrete ascoltare Bruno Pizzul commentare brevemente l’inizio e la fine del mondiale del 1972 tra Spassky e Fischer, e scoprire che nell’anno scolastico 2016-17 sono state circa 2000 le scuole che, con un corso extra-curriculare, hanno insegnato gli scacchi a 143.000 studenti.

Complimenti e ringraziamenti al TG3 Fuori TG per questo servizio, grazioso e ben concepito. E bravi Adolivio Capece (Responsabile dei Rapporti con la Stampa della FSI), Lucio Rosario Ragonese e Carla Mircoli (Circolo Frascati Scacchi) per i loro contributi.

 

2 thoughts on “Scacchi e Bridge a ‘TG3 Fuori TG’

Add yours

  1. Ho avuto la pazienza di ascoltare fino in fondo il servizio fuori tg .
    Abbiamo sentito e visto i più bravi. Però il futuro e’ e sempre sarà i mano all’ politici che di queste cose dicono, (modo do dire) prendiamo atto faremo il possibile. Quello che non si vede sono le scuole che vorrebbero ma non possono perche nessuno le aiuta .
    Faccio l’istruttore di scacchi e gioco anche a bridge. Sono volontari o. Seguo due scuole El. E una delle medie. In tutto sono 12 classi. Difficoltà, aule, materiali, e burocrazia. Per fortuna ho trovato la Soms società operaia di mutuo soccorso di Mogliano V. che pago’ il materiale scacchistico.
    Quello che ci manca e’ la volontà politica. Quello che non ci manca e’ lo sperpero di denaro pubblico , sempre per volontà politica, delle incompiute strutturali edilizie , progetti pagati a peso d’oro, non eseguiti ecc. Ci manca solo il ponte di m.
    Grazie per l’ospitabilita.

Rispondi

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: