Ziņkārības no pasaules

(Topatsius)
Il titolo significa semplicemente “Curiosità dal mondo” in lituano, la mia lingua madre. Vi voglio infatti dare qualche breve notizia particolare di questi ultimi giorni da Vilnius, Agen, Klaksvik, Walbrzych, Petchburi e Sharjiah (non perdetevi la fine del post!). Tranquilli, alla geografia ci penso io.

Cominciamo proprio da Vilnius (Lituania), dove un certo Kasparov ha festeggiato il suo 55° compleanno inagurando la terza edizione del torneo “The Baltic Way” (nome ispirato dal noto evento di protesta dell’estate del 1989), organizzato come sempre dalla Fondazione “Kasparov Chess“. Hanno partecipato circa 240 giovani giocatori, tra gli 8 e i 14 anni, provenienti da Lituania, Lettonia, Estonia, Ucraina, Bielorussia, Polonia, Germania e Russia (Kaliningrad). Nel torneo A vince l’ucraino Vladyslav Larkin, che ha bissato il successo nell’edizione dell’anno scorso.

Baltic-Way-2018.jpg
Baltic Way 2018, il vincitore Larkin al centro alla sinistra di Kasparov.

Rimanendo nel settore giovanile, voglio mostrarvi una bottiglia di una serie speciale, realizzata per il Campionato di Scacchi giovanile francese che si sta svolgendo ad Agen. Gli organizzatori hanno dichiarato 1500 partecipanti, ai quali si unirà, come ospite d’onore, Anatoly Karpov.


Dai giovanissimi ai senior: a Wałbrzych (Polonia) si stanno svolgendo i Campionati Europei a Squadre Over 50 e Over 65. L’Italia è presente solo nell’Over 50 e ha cominciato bene, con due vittorie nei primi due turni; è però attualmente al terzo posto in classifica generale, dietro alle due squadre femminili in gara, la Russia e la Germania. Ci sono ancora 7 turni (il Campionato si chiude il 22 Aprile), quindi tutto è ancora possibile.

ECU Senior - Walbrzych

Fa piacere segnalare il ritorno sulla scacchiera della nostra bandiera Sergio Mariotti, che ha giocato e pattato al primo turno.


Organizzato dalla ECU (European Chess Union), si sta giocando a Klaksvik (Isole Fær Øer) il Campionato europeo individuale per le Piccole Nazioni (European Small Nations Championship). Partecipano rappresentanti di Andorra, Cipro, Isole Fær Øer, Guernsey, Jersey, Liechtenstein, Lussemburgo e Monaco. Non hanno inviato giocatori Malta e San Marino. Per Monaco gioca il GM Igor Efimov, ben noto ai giocatori italiani.

ECU Small Nations Individual - Klaksvik, Faroe Islands


Cambiamo continente e atterriamo in Thailandia, al “18° Bangkok Chess Open“. Al primo turno il GM inglese Nigel Short ha giocato contro l’irlandese Michael Welsh (il suo cognome in italiano significa “gallese”): peccato che non abbiano giocato una Partita scozzese per una copertura completa di Gran Bretagna e Irlanda!

BCC2018 - GM_Nigel_Short
Short nel torneo del 2017

Ed eccoci infine a Sharjah (Dubai, Emirati Arabi Uniti), dove si sta giocando il torneo “Sharjah Master”. Simpatica combinazione al primo turno, ma non stiamo parlando di una partita: il GM inglese Gawain Jones ha giocato col Bianco alla scacchiera n.9, con a fianco sulla scacchiera n.10, sempre con il Bianco, la MI Femminile Sue Maroroa, sua moglie. Rispettando il detto “Tra moglie e marito…“, l’avversario della Maroroa, l’ucraino Kuzubov, non si è presentato e i coniugi sono entrambi andati al secondo turno con una vittoria sul cartellino.


Nello stesso torneo, al secondo turno, protagonista di nuovo Gawain Jones, stavolta per la conclusione insolita della sua partita contro il giovanissimo (12 anni, essendo nato l’8 Dicembre del 2005) MI uzbeko Javokhir Sindarov (Elo 2431).

La partita è durata ben 122 mosse, ma non è questa la particolarità. Alla 72a mossa, Jones, che aveva già sprecato alcune occasioni per chiudere la partita più rapidamente con il suo pezzo in più, ha catturato l’ultimo pedone bianco con 72. … Axc5.

A questo punto la vittoria è tutt’altro che semplice, anche se le tablebase mostrano che servono solo 21 mosse al Nero per dare matto: sulla scacchiera è tutta un’altra cosa e giocare solo con l’incremento non aiuta di certo. Insomma, tra una ripetizione e una “caccia al cavallo”, i due giocatori sono arrivati alla posizione del diagramma, dopo l’ultima mossa del nero 122. … Ac6.

Il Cavallo bianco è intrappolato e alla prossima mossa verrà catturato, azzerando il conteggio delle mosse senza cattura o spinta di pedone, che al momento era… era… dunque… vediamo… 122-72= 50. Esatto, proprio cinquanta!

Sharjah 2018 - Sindarov-Jones, Draw

Insomma il ragazzino ha potuto chiedere la patta proprio nell’ultima occasione utile. Jones ha chiesto, ovviamente, la verifica degli arbitri, che hanno confermato: la partita è patta per la regola delle 50 mosse. Questi ragazzini sanno anche contare bene…

 

3 thoughts on “Ziņkārības no pasaules

Add yours

    1. Hai ragione, Luca, l’ultima mossa del nero è stata la 122a. Grazie. Ho corretto la svista di Topatsius.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: