Uno Scacchista

Annotazioni, Spigolature, Punti di vista e altro da un appassionato di cose scacchistiche

Punti di vista

3 min read

(Uberto D.)
Buongiorno e buon lunedì mattina. No, tranquilli, non vi sto chiedendo il vostro punto di vista su Marilyn Monroe, ma solo raccontare quello che due foto possono mostrare della stessa situazione. Gli scacchi c’entrano, naturalmente, ma per una situazione assolutamente particolare che mi è capitata durante il Campionato Mondiale Blitz 2015 di Berlino.

La foto di apertura, di Douglas Kirkland, è splendida, ne converrete, ma per me ha acquistato un significato ancora più particolare quando ho trovato quest’altra foto.

La complementarità delle foto, la loro complicità, la terzietà di chi ha scattato la seconda foto che, in un certo senso, vìola la relazione tra chi fotografa e chi viene fotografato… un diverso punto di vista che aggiunge una dimensione inattesa alla famosa foto di Kirkland.


Qui invece è David Llada, fotografo che ormai i lettori di questo blog avranno imparato ad apprezzare, che ci mostra come una foto scattata allo stesso soggetto in due momenti ravvicinati possa raccontare una storia completamente differente. Siamo a San Francisco, durante il Pan-American Intercollegiate Team Chess Championship 2018, organizzato dal circolo Bay Area Chess.

Un giovane giocatore, serio, preparato e concentrato…
… o un simpatico ragazzino che si sta divertendo con gli scacchi?

E’ chiaro che il soggetto è lo stesso e le due interpretazioni possono essere entrambe vere, ma ogni foto, da sola, può raccontare una storia diversa: “Potere della fotografia“, ci spiega David.


Alina L’Ami ci mostra invece le due interpretazioni della Peterskirke di Leiden durante il 10° turno del Tata Steel Chess 2019.

Per gli spettatori una liturgia laica…
… per i giocatori solo un palcoscenico diverso

Infine, il mio piccolo e involontario contributo a questa carrellata di punti di vista. A Ottobre 2015 ebbi la fortuna di essere per lavoro a Berlino nei giorni in cui si stavano svolgendo i Campionati Mondiali Rapid e Blitz. Riuscii a ricavarmi abbastanza tempo per andare a vedere il torneo durante la prima giornata del Blitz. Oltre a curiosare, incrociare i vari giocatori e scattare foto in giro, vidi, ovviamente, giocare i classici finali convulsi in Zeitnot.

Al 4° turno, Karjakin giocò con il Bianco contro il GM azero Eltaj Safarli, arrivando in un finale di Donne lungo e giocato con pochissimo tempo a disposizione. Quando sembrava che il Nero avesse tutto sotto controllo, ecco l’errore alla mossa numero 112, punito dal fresco vincitore della Chess World Cup 2015 con 113. d8=D. La foto qui sotto, scattata da Fernando Offermann, mostra esattamente il momento della promozione a Donna.

Karjakin sta promuovendo a Donna e a breve Safarli abbandonerà. Tra il pubblico ci sono anche io!

Quando ho visto questa foto mi sono subito riconosciuto: sono dietro all’arbitro (che ha la cravatta rossa), con le braccia alzate a scattare una foto con il mio iPhone. Nella mia foto si vede…

… Fernando Offermann che sta scattando la sua!

Di nuovo, due punti di vista diversi, stavolta con i fotografi che entrano a far parte della foto: una coincidenza rara e simpatica.


Adesso potete riprendere il vostro inizio di settimana, spero con un po’ più di energia positiva: in fin dei conti anche definire il lunedì come il primo giorno lavorativo (e quindi più pesante degli altri) è solo un punto di vista.

 

2 thoughts on “Punti di vista

  1. Grazie, Uberto!
    Le due foto dei ragazzetti dimostrano quanto gli scacchi suscitino sentimenti così vari dell’animo. Importante inserirli nelle scuole come feci a mio tempo…

Rispondi a Paola Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: