Scacchi in biondo e nero

(UnoScacchista)
Da qualche anno (precisamente dal 2011) si svolge a Mosca un scherzoso match tra due squadre femminili scelte con una specifica caratteristica: otto giocatrici con i capelli biondi contro otto giocatrici con i capelli scuri. Il risultato della sfida del 2017 ha contraddetto ciò che un cosiddetto esperto aveva dichiarato nel 1938…

Alla vigilia della Festa dell’8 Marzo, presso il ristorante Carlson a Mosca, non si è solamente svolto l’incontro “Bionde contro Brune“, ma è anche stata consegnata ad Alexandra Kosteniuk la medaglia di bronzo per essere arrivata fino alle semifinali del Campionato del Mondo Femminile che si è recentemente concluso a Teheran.

Kosteniuk premiata per WWCC2017
Alexandra Kosteniuk premiata da Berik Balgabaev (FIDE)

La sfida, organizzata da Maria Fominykh, ha visto fronteggiarsi queste squadre:

Le Bionde, rigorosamente in bianco e omaggiate con rose bianche

Blondes @ Mosca 2017
(da destra) Olga Girya, Maria Fominykh, Alina Bivol, Natalia Zhukova, Irina Vasilevich (seminascosta), Ekaterina Kovalevskaya, Anastasia Eryshkanova e Dina Drozdova

Le Brune, in nero con le loro rose rosse

Brunettes @ Mosca 2017
(da destra) Alexandra Kosteniuk, Daria Pustovoytova, Marina Nechaeva, Daria Charochkina, Nadežda Harmunova, Tatiana Bogumil , Elmira Mirzoeva e Dinara Dordzhieva

Vediamo quale sarebbe stato il pronostico del direttore del Hastings Chess Congress del 1938, il noto torneo di scacchi che si svolge ad Hastings nel periodo di Capodanno.

Dec 38 Hastings Chess Congress (Olimpiu G. Urcan)
(Segnalato da Olimpiu G. Urcan)

Che ci crediate o no, il Signor A.Rider dichiarava con convinzione che i giocatori con i capelli biondi, sia uomini che donne, fossero giocatori di scacchi peggiori di quelli con i capelli scuri. Portando come prova il fatto che fra i 130 giocatori del torneo ce ne fosse uno solo biondo, concludeva che “per esperienza pluriennale … i biondi non hanno la concentrazione necessaria per gli scacchi … cosa che riesce perfettamente ai mori” (NdA: l’articolista usa i termini “blondes” e “brunettes“, che oggi si usano solamente per le donne, ma che all’epoca erano usati anche al maschile).

Questa stupefacente affermazione venne contrastata da un articolo che richiamava l’evidenza scientifica della indifferenza delle capacità intellettuali dal colore dei capelli.

Dec 38 Hastings Chess Congress - reaction (Olimpiu G. Urcan)
(Segnalato da Olimpiu G. Urcan)

Il Signor H.J.Braunholtz, curatore del settore etnografico del “British Museum” definì le affermazioni del signor Rider come “assolutamente senza senso“. Completò questa dichiarazione con l’affermazione che “non c’è nessuna ragione per ipotizzare una qualsiasi associazione del colore dei capelli o degli occhi con le qualità intellettive di una persona“.

Ricordiamoci che siamo nel 1938, in pieno periodo di applicazione delle Leggi Razziali: queste affermazioni sulla superiorità intellettuale in collegamento agli aspetti somatici erano purtroppo più di una semplice dimostrazione di ignoranza.


Tornando ai giorni nostri, il risultato di questi incontri in “biondo e nero”, in cui tutte le giocatrici di una squadra incontrano tutte le giocatrici dell’altra squadra per un totale di 64 partite in 8 turni, è negli anni tendenzialmente altalenante, come è giusto che sia. Le “Bionde” hanno vinto nel 2012, 2014 e 2015 e le “Brune” nel 2011 e nel 2016; nel 2013 la sfida finì in parità. Quest’anno hanno vinto le “Bionde“, con il risultato di 34 a 30.

Le più brave? Ekaterina Kovalevskaya (Bionde) e Alexandra Kosteniuk (Brune), che hanno totalizzato 6 punti e mezzo.

Pezzi particolari @ Mosca 2017
Un pedone promosso a… rossetto?

(Tutte le foto sono prese dal sito della Federazione Russa)

2 thoughts on “Scacchi in biondo e nero

Add yours

  1. A quando un “blondes-brunettes” al maschile? ( i “blondes” tutti rigorosamente in bianco e i “brunettes” in nero, ovvio!) 😉 O un torneo del genere esiste già (con le stesse regole di quello, scherzoso, femminile)?

    1. Non so nulla di match al maschile, ma se ci fosse questa idea suggerirei un quadrangolare includendo giocatori con i capelli rossi e giocatori con i capelli bianchi o “trasparenti” 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: