Lupi e vizi

(UnoScacchista)
Avevo programmato per oggi un mio pezzo, scritto qualche mese fa, sul cheating, ma la cronaca mi costringe a far precedere la sua pubblicazione, anche se di poco, da questo breve post. A conferma del vecchio detto sul lupo che perde il pelo ma non il vizio, la settimana scorsa è stato infatti arrestato per truffa Borislav Ivanov.

(Immagine da Gospodari na Efira/Chessdom)

Per rinfrescarvi la memoria su chi sia Borislav Ivanov, potete leggere l’altro mio post di oggi. Basterà dire che è stato un giocatore di scacchi molto, molto contestato per i suoi altalenanti risultati e le sue sorprendenti performances, fino a quando, tra difese d’ufficio e sospetti crescenti di cheating, nel 2013 venne sospeso dalla Federazione bulgara.

Come riporta Chessdom, Ivanov è stato arrestato il 17 Marzo per essere stato colto in flagrante mentre stava spedendo patenti false da un ufficio postale. Essendo poi anche stato accusato di falsificazione di diplomi universitari, ora rischia fino a 8 anni di carcere.

Una triste e brutta storia, senza dubbio. Senza fare analisi psicologiche o estrapolare conclusioni sociologiche, io ci vedo una conferma che barare a scacchi è semplicemente una truffa e i truffatori vanno fermati prima che con il loro esempio possano contaminare tutto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: