Che si dice a Wijk aan Zee?

(UnoScacchista)
Il Tata Steel 2018 ha raggiunto la prima boa dopo 5 turni e il gruppo si è cominciato ad allungare, ma ancora non si vede un chiaro leader. A guidare il Torneo Masters sono Giri, Anand e Mamedyarov, mentre arranca Caruana. Molto bella la vittoria di Anand contro l’ex numero 2 al mondo: ne vedremo la conclusione. Il torneo Challengers vede invece il chiaro dominio dell’ucraino Korobov, che, inseguito dall’indiano Vidit, ha già staccato tutti.

[Tutte le foto sono di Alina l’Ami, dal sito ufficiale del torneo, tranne una…]

La foto di gruppo in apertura non è un fotomontaggio, ma una bella immagine del gruppo Masters assieme ai pupazzi che hanno animato la prima giornata in trasferta del torneo. Il quinto turno si è infatti giocato a Hilversum, nel Netherlands Institute for Sound and Vision, che, facendo fede al suo nome, ha fornito una cornice vivace e colorata a scacchiere e pezzi.

Colourful WaZ


Torneo Masters

Ci sono state molte sorprese in questi primi cinque turni, soprattutto per le prestazioni energetiche della “vecchia guardia” (Anand e Kramnik) e il cattivo avvio di Caruana. Neanche Carlsen ha convinto pienamente: le sue tre partite con il Bianco sono state dei completi insuccessi in apertura e la sua unica vittoria è venuta con il Nero contro Adhiban, il quale ha perso clamorosamente il filo in una Scozzese che sembrava pari.

WaZ M 2018 - Tabellone (5)
Tata Steel 2018 – Tabellone Masters dopo il 5° turno

Ottimo l’avvio del torneo dell’idolo locale, Anish Giri, che ha prima battuto Hou Yifan in un finale di Re e pedoni che meriterà un approfondimento in un successivo post e poi ha vinto con Kramnik (per la prima volta in carriera a cadenza regolare): che il 2018 sia l’anno della sua prima vera grande vittoria? Di sicuro non ha perso il gusto per le battute. Dopo la patta con Carlsen (che ha giocato una per lui insolita Francese) ha twittato in maniera scherzosa : “Tutta quella teoria mandata a memoria solo per pattare con me? Perché?“. La risposta di Carlsen è stata all’altezza : “Avevo pensato di giocare quella variante al Mondiale Blitz, ma poi ho pensato fosse troppo debole“. Finché si scherza va tutto bene!

WaZ M 2018 - Stripes (5)
Tata Steel 2018 – Tabellone Masters dopo il 5° turno

E’ strano come nella classifica dopo il 5° turno i giocatori nella parte bassa del tabellone abbiano avuto i risultati peggiori. Unica eccezione il cinese Wei Yi che, nonostante la sconfitta patita da Kramnik, rimane al 50% dei punti assieme a Matlakov, il sorprendente Jones, Svidler e l’opaco Karjakin. Molto bene Mamedjarov, che stranamente viene poco considerato per il prossimo Torneo dei Candidati, ma che è salito prepotentemente al secondo posto della classifica Elo, scavando anche un certo divario (12 punti) da Caruana, da lui qui battuto al quinto turno.

WaZ M 2018 - Classifica (5)
Tata Steel 2018 – Classifica Masters dopo il 5° turno (vittorie, patte, sconfitte)

Come abbiamo detto in apertura, Anand continua a giocare molto bene: la vittoria nel Campionato del Mondo Rapid ha sicuramente giovato al suo morale (e la classe c’è sempre stata). La sua partita con Caruana al terzo turno è stata una Russa molto vivace (niente a che vedere con l’abulico trattamento di Carlsen, sempre contro Caruana, al primo turno), anche per merito dello statunitense, che ha giocato per avere Torre e pedone contro due pezzi leggeri pur di sbilanciare la partita. Anand è però riuscito a coordinare meglio le sue forze, fino a raggiungere la posizione del diagramma.

Anand-Caruana dopo 41. ... Dc4
Anand-Caruana dopo 41. … Dc4

Anand ha detto di essere stato abbastanza infastidito dal fatto che non aveva previsto l’ultima mossa del Nero (che sembra riuscire a tamponare l’attacco), ma che, una volta studiata bene la posizione, tutto è andato a posto per il meglio: la sua 42. Td6!! è una mossa brillante ed elegante, che ha destato l’ammirazione anche di Carlsen. Il Nero non ha scampo: dopo 42. … Dxf7 c’è 43. Txh6#, dopo 42. … Dc1 (per difendere h6) c’è 43. Td8 con matto in g7; quindi non rimane altro che 42. … Txe5 perdendo la Donna. Caruana ha ovviamente preferito abbandonare. 1-0

Il sesto turno mette davanti Giri e Anand: una partita che qualche tempo fa sarebbe stata facilmente pronosticata come una “rapida patta”, ma che stavolta promette molto.

[UPDATE: no, niente da fare – è stata una rapida patta]

Daniel Giri
Daniel Giri, qui con la mamma Sopiko Guramishvili, dimostra una innata abilità con la gestualità italiana

Torneo Challengers

Come detto, Korobov e Vidit hanno già aperto un certo divario con il resto dei partecipanti, confermando di essere decisamente pronti per il torneo Masters del 2019. L’ucraino, che ha avuto un secondo semestre del 2017 disastroso (60 punti persi) è pur sempre un giocatore di fascia superiore e Vidit, a 23 anni, è la nuova star del movimento scacchistico indiano.

WaZ C 2018 - Tabellone (5)
Tata Steel 2018 – Tabellone Challengers dopo il 5° turno

Due partite sono state, per motivi diversi, molto interessanti: il derby dei fratelli Van Foreest (che si sono incontrati al primo turno come prevede il regolamento) e lo scontro tra il Campione del Mondo Junior 2017, il norvegese Tari, e quello del 2016, lo statunitense Xiong. Nel primo ha vinto Jorden (ma Lucas attualmente gli è davanti in classifica dopo due belle vittorie a spese di Tari e di Amin), nel secondo ha vinto Tari, che si è riportato al 50% dei punti.

WaZ C 2018 - Stripes (5)
Tata Steel 2018 – Tabellone Challengers dopo il 5° turno

Se Korobov ha già un punto e mezzo di vantaggio sul terzo in classifica, è notevole come non ci sia nessuno staccato: ben 8 giocatori sono a -1 e, sostanzialmente, rimangono in lotta per i piazzamenti. Una nota di merito va alla russa Olga Girya che ha battuto la giovane speranza tedesca Bluebaum e ha resistito in un paio di finali molto difficili (se non persi).

WaZ C 2018 - Classifica (5)
Tata Steel 2018 – Classifica Challengers dopo il 5° turno (vittorie, patte, sconfitte)

Tra le partite da segnalare c’è la vittoria di Korobov contro Bok al terzo turno. Uno sfruttamento magistrale della coppia di Alfieri contro Alfiere e Cavallo, che l’olandese ha cercato di contrastare sacrificando il Cavallo per 2 pedoni con la speranza di rifugiarsi in un finale in cui il pedone a del Bianco promuove nella casa “sbagliata”.

Korobov-Bok dopo 58. ... Ac6
Korobov-Bok dopo 58. … Ac6

Il Nero non avrebbe potuto comunque reggere, ma la sua ultima mossa consente sì lo scambio degli Alfieri campochiaro, ma non nel modo in cui sperava l’olandese. 59. Ac8+! e il Nero ha abbandonato subito, visto che dopo 59. … Rxc8 60. Rxc6 il Re Nero è tagliato fuori e non può raggiungere la cas a8. 1-0

La vittoria di Vidit su Krasenkow al secondo turno ha invece colpito il nostro Riccardo, che ve ne parlerà in un futuro post.

Il sesto turno vedrà Korobov giocare contro Tari: il norvegese, assieme al suo ben più famoso compatriota Carlsen, ha pensato bene di utilizzare la giornata di riposto per… giocare a scacchi! Su internet e nel primo turno del torneo online ProChess League: non c’è tregua per questi ragazzi!

Chiudiamo con due immagini della sala di gioco del torneo a Wijk aan Zee: impressionante la quantità di giocatori e visitatori.

Full house a WaZ

C’è anche chi si diverte a inventare una risposta alla domanda nel titolo di questo post: i Twitter di Dan sono sempre divertenti e questo fotomontaggio (l’unica foto non di Alina l’Ami, come si diceva) non fa eccezione.

WaZ fake disaster

Vediamo cosa ci riserverenno i prossimi tre turni, prima della seconda giornata di riposo: niente naufragi (nonostante il fortissimo vento che flagella tutta l’Europa) ci auguriamo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: