#BerlinCandidates: un Kramnik stellare

(Uberto D.)
Kramnik va al primo turno di riposo in testa alla classifica. E lo fa con una vittoria spettacolare, da ricordare e mostrare ai giovani. Lo seguono Caruana e Mamedyarov, che hanno pattato tra di loro. In coda, So riesce finalmente a “muovere la classifica”

[Immagine di apertura dalla diretta streaming di WorldChess
Dove non indicato, foto e video sono di Uberto Delprato]

Vorrei raccontarvi degli ultimi due turni, di come sono migliorate le condizioni di gioco e di come i giocatori stanno misurando il proprio stato di forma, ma è impossibile non cominciare con la splendida vittoria di Kramnik su Aronian al terzo turno. La partita tra due dei principali favoriti alla vittoria finale è cominciata in maniera bizzarra, che però ha in qualche modo segnato il suo svolgimento.

Come sempre, una delle partite viene iniziata con una mossa simbolica, per la stampa, da parte di una celebrità invitata per l’occasione. Al primo turno il presidente armeno Sargsian ha giocato la prima mossa della Aronian-Ding Liren, mentre al secondo turno il direttore generale di PhosAgro, Andrey Guriev, ha giocato la prima mossa della Kramnik-Karjakin.

Ieri l’ospite d’onore è stato il pianista lussemburghese Francesco Tristano che, dovendo giocare la prima mossa nella Aronian-Kramnik, ha chiesto all’armeno cosa muovere. Aronian gli ha detto di muovere qualunque pezzo e Tristano ha mosso 1.e4.

Candidates 2018 - R3, Tristano per ARO-KRA
Francesco Tristano muove 1.e4 (foto WordPress)

Terminata la piccola cerimonia sono stati avviati gli orologi e Kramnik ha detto ad Aronian che avrebbe potuto ritirare la mossa “da cerimoniale” e giocare la mossa vera. Aronian ha semplicemente detto “Va bene questa”. Una grossa sorpresa, visto che l’armeno non è un giocatore da 1.e4, ma Kramnik non si è scomposto e ha giocato quella che sarebbe diventata una Spagnola anti-Berlinese (con 4. d3 Ac5 5. Axc6).

Purtroppo per Aronian, la sua scarsa familiarità con questi impianti e una novità teorica che Kramnik teneva nel cassetto da molti anni, hanno messo subito la partita su binari favorevolissimi al Nero.

Aronian-Kramnik
Torneo dei Candidati, Berlino 2018 – 3° turno
1. e4 e5 2. Cf3 Cc6 3. Ab5 Cf6 4. d3 Ac5 5. Axc6 dxc6 6. O-O De7 7. h3 Tg8!?

Candidates 2018 - R3, ARO-KRA dopo 7. ... Tg8
Aronian-Kramnik dopo 7. … Tg8

Dopo l’apparente mossa innocua 7. h3, Kramnik ha giocato la novità 7. … Tg8!? che rivela chiaramente intenzioni bellicose sul lato di Re. Aronian non è riuscito a trovare contromosse efficaci al centro della scacchiera per controbattere il piano Ch5, g5, g4 e , anzi, è rimasto molto indietro con lo sviluppo.

8. Rh1 Ch5 9. c3 g5 10. Cxe5 g4 11. d4 Ad6 12. g3 Axe5 13. dxe5 Dxe5 14. Dd4 De7! (In conferenza stampa, Aronian ha detto che era convinto della inevitabilità del cambio delle Donne. Ora il Nero ha un gioco molto più semplice e diretto) 15. h4 (tentando di sigillare il lato di Re) 15. … c5 16. Dc4 (secondo Kramnik il Bianco avrebbe dovuto giocare 16. Dd3 Ad7 17. c4, con l’idea di portare il Cb1 in d5) 16. … Ae6 17. Db5+ c6 18. Da4

Candidates 2018 - R3, ARO-KRA dopo 18. Da4
Aronian-Kramnik dopo 18. Da4

Il vantaggio di sviluppo del Nero è evidente e il tentativo di evitare che arrocchi lungo non serve a nulla: il Nero sfonda rapidamente con la spinta del pedone “f”. Per come l’ha messa Kramnik in conferenza stampa “A questo punto la partita è già decisa: il Nero darà matto“.

18. Da4 f5 19. Ag5 (Molto bella la continuazione se il Bianco prende in f5: 19.exf5 Cxg3+! 20.fxg3 Ad5+ 21.Kg1 De2) 19. … Txg5 (Una mossa molto spontanea, che permette la spinta dirompente in f4) 20. hxg5 f4 21. Dd1 Td8 (E la Ta8 entra comunque in gioco, con o senza arrocco) 22. Dc1

Candidates 2018 - R3, ARO-KRA dopo 22. Dc1
Aronian-Kramnik dopo 22. Dc1

I pezzi del Bianco ancora non giocano, mentre il Nero riesce ad aprire tutte le linee verso il Re avversario.  22. fxg3 23. Ca3 Td3 24. Td1

Candidates 2018 - R3, ARO-KRA dopo 24. Td1
Aronian-Kramnik dopo 24. Td1

A questo Kramnik ha detto che ha cercato di chiudere in bellezza senza rovinare la partita con qualche errore di calcolo. Purtroppo per Aronian, aveva perfettamente ragione lui: il Bianco non ha speranze. 24. … Ad5! La mossa brillante che Kramnik voleva. 25.f3 gxf3 26.exd5

Candidates 2018 - R3, ARO-KRA variante dopo 23. ... gxf3 (small)
Aronian-Kramnik, variante

La bellezza della 24ª mossa del Nero si estrinseca nella variante 25. Txd3 Dxe4+ 26. Te3 f2+ 27. Txe4+ Axe4#

Kramnik ha fatto vedere questa continuazione in conferenza stampa, durante la quale era visibilmente soddisfatto. Ha però anche tenuto a precisare che la vittoria è stata più dovuta all’effetto della sorpresa in apertura che alla reale differenza di valore tra lui e Aronian: “Sono stato fortunato a poter giocare una variante che avevo da parte da molti anni

La conclusione non è stata comunque meno spettacolare: 26. … De2 27. Te1 g2+ e Aronian si è arreso 0-1

Candidates 2018 - R3, ARO-KRA posizione finale
Aronian-Kramnik, posizione finale

C’è il matto sia dopo 28. Rg1 f2+ 29. Kh2 g1=Q+ 30. Rxg1 f1=Q+ 31. Kh1 Ng3# sia dopo 28. Rh2 g1=D+ 29. Rxg1 f2+ 30. Rh1 Th3+ 31. Rg2 f1=D#.

Una vittoria sotto la quale mettere la firma!

Autografo Kramnik
L’autografo di Kramnik per UnoScacchista

Tutti si sono complimentati, giustamente, con Kramnik per la splendida partita. Grischuk ha detto che non voleva parlare della sua patta con Karjakin dopo aver visto giocare un tale capolavoro. Dispiace per Aronian, che è stato punito in maniera esagerata per una scelta sbagliata di apertura: la GM armena Elina Danielian è arrivata a dire, tra il serio e il faceto, che “L’errore di Aronian è stato giocare 1.e4“. Senza esagerare, stavolta il desiderio di sorprendere ed ottenere posizioni sbilanciate si è ritorto contro Aronian: sicuramente la giornata di riposo gli farà bene.

Anche Wesley So, che oggi ha ottenuto il suo primo mezzo punto contro Ding Liren, ha detto che le sue due prime brutte partite sono state dovute alla tensione al desiderio di vincere il torneo; vedremo se il ragazzo saprà sciogliersi nel prosieguo del torneo.

Ultima partita a finire è stata la Caruana-Mamedyarov, che metteva di fronte due dei tre giocatori in testa al torneo. E’ stata una partita aspra e sottile, con Fabiano che, prendendosi molti rischi, è riuscito ad imbastire una bellissima manovra aggirante attorno alla struttura pedonale bloccata centrale tipica della Najdorf. Nonostante sia riuscito a guadagnare una qualità, il controgioco di Mamedyarov è stato sufficiente, complice lo zeitnot, a mantenere la posizione sul filo di una difficile parità. Alla 49ª i giocatori si sono accordati per la divisione della posta in vista di un finale di pedoni chiaramente patto.

Bravi tutti: le 12 partite viste fino ad ora sono state tutte interessanti ed è bello vedere come i giocatori siano pronti a prendersi dei rischi pur di mantenere le posizioni “vive”.


Dal secondo turno vi mostro la posizione-chiave della vittoria di Gruschuk contro So.

Candidates 2018 - R2, GRI-SO posizione dopo 22. Tc5
Grischuk-So, posizione dopo 22. Tc5

Con questa insolita manovra di Torre, Il Bianco riesce a portare tutti i suoi pezzi all’attacco del Re avversario (la Donna si porterà presto in c1). Come ha detto il russo dopo la partita “Io attacco con tutti i pezzi e lui si difende solo con l’alfiere: se non riesco a dare scacco matto abbandono gli scacchi!“. Per sua e nostra fortuna (che lo vogliamo continuare a veder giocare) ha poi vinto brillantemente la partita, cosa che lo ha messo, finalmente, di buon umore, tanto che a chi gli domandava perché debba sempre andare a finire in zeitnot ha risposto “Se riesco a dare matto prima della 40ª non c’è più lo zeitnot!


Riassumendo, questi sono i risultati dopo i primi 3 turni del torneo.

Candidates 2018 - R3, Risultati

La classifica prima della prima giornata di riposo è quindi la seguente:

Candidates 2018 - R3, Classifica

I prossimi 3 turni, da Mercoledì a Venerdì, vedranno questi accoppiamenti:

Candidates 2018 - R3, Accoppiamenti

Il Torneo è lungo e, come tutti sanno, la forma fisica sarà un fattore fondamentale. Intanto vediamo cosa saprà fare Kramnik della opportunità che gli sta presentando: la qualità di gioco che ha dimostrato finora è eccellente (merito di Giri, suo secondo?), ma anche i 4 bianchi su 6 turni sono un fattore importante e dovrà tentare di sfruttarlo, visto che nei turni dal settimo al nono avrà 3 neri consecutivi.


Qualche nota finale sulle condizioni di gioco. Complice il lunedì, gli spettatori sono stati in numero inferiore rispetto al fine settimana e i giocatori hanno potuto giocare in condizioni sicuramente più silenziose. Ci sono comunque ancora dettagli da mettere a punto, come la mancanza di un orologio digitale che mostri ai giocatori quanto manca all’inizio del turno. Ieri ho sentito Kramnik lamentarsene: non potendo portare orologi o altri oggetti elettronici, i giocatori devono affidarsi ai due schermi posizionati agli angoli della sala di gioco, che però non sono visibili da tutte le scacchiere. Nel complesso per i giocatori qualcosa è migliorato: Grischuk ha confermato che adesso hanno l’acqua nel bagno (uso il singolare perchè, come ha sottolineato Mamedyarov, c’è un solo bagno per i giocatori!).

Non sono potute cambiare, ovviamente, le condizioni di lavoro per fotografi e giornalisti, che per passare dalla sala di gioco alla sala stampa devono farsi, con eventuali attrezzature a tracolla, ben quattro piani di queste scale:

Candidates 2018 - Scale

Per me il torneo dei Candidati è finito ieri. Sono tornato alla base, ma continuerò a raccontare il Torneo e a presentarvi alcune delle foto che ho scattato a Berlino. E’ stata una bellissima esperienza, arricchita dell’aver potuto stringere la mano ai campioni, a conoscere di persona giornalisti e fotografi dei quali leggo e vedo i lavori che pubblicano e a divertirmi ad analizzare partite e posizioni con i tanti appassionati che sono confluiti a Berlino.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: