Una gita tra amici e antiche scacchiere

(Glauco S.)
Alla fine di Agosto, un appuntamento fisso annuale prevede l’incontro di un gruppo di amici e delle loro famiglie: Sala, Cavazzoni e Senesi a cui quest’anno si sono aggiunti i simpatici Venturelli già conosciuti in occasione del torneo di scacchi a Capri nello scorso anno. Un breve viaggio nel tempo, tra la scacchiera di Vico Pancellorum e quella della Pieve di San Cassiano.

[La Pieve di San Paolo a Vico Pancellorum (Fotografia di Glauco Senesi)]
Il bianco e rosso dei Cavalieri Templari…

Marostica, uno spettacolo nello spettacolo

(Massimo De C.)
Tra le numerose manifestazioni a carattere storico-folcloristico, che si tengono nel nostro bel paese durante il periodo estivo quella di Marostica, in provincia di Vicenza, merita senza dubbio uno dei posti d’onore per la scenografia e l’accuratezza nella ricostruzione di una contesa amorosa sfociata in un duello non cruento ma intellettuale, di cui la partita a scacchi è la sua espressione.

[Dal Zotto Antonio, vecchia veduta di piazza degli scacchi, Marostica (VI), scansione di cartolina anni ’50 del Novecento] Nel 1454 nobildonne e uomini d’arme…

Il mondiale a Hoh-bən, London

(Uberto D.)
Alla fine, dopo tanti parole, promesse e dubbi, è stata confermata la sede del match mondiale di Novembre tra Carlsen e Caruana: Londra (come annunciato), nelle sale del “The College” a Holborn. Attenzione: la pronuncia tradizionale londinese è “Hoh-bən” e non quella più spontanea, “Hol-burn”. I biglietti sono già in vendita, e non sono proprio economici (si parte da 45 sterline al giorno).
Essendo a Londra proprio nei giorni dell’annuncio, sono andato a vedere dove esattamente è ‘The College’

Sì, viaggiare… evitando le teste più dure…

(UnoScacchista)
Come forse sapete, viaggio molto spesso, più per lavoro che per diletto, e la maggior parte dei miei viaggi prevede almeno un trasferimento in aereo. Molti, molti anni di esperienza da viaggiatore mi hanno portato ad annotare quelli che sono i fastidi tipici che si possono incontrare; non veri problemi, più inconvenienti causati da inesperienza e maleducazione (e quasi sempre da una combinazione delle due). Li condivido con voi, sperando che questa esperienza quasi catartica mi aiuti a sopportare le prossime… teste dure.

[Foto di Uberto Delprato]

Si tratta di un elenco non necessariamente organizzato…

UnoScacchista a Baku

(UnoScacchista)

Questa volta il viaggio è un po’ più intrigante del solito: tre giorni a Baku, capitale dell’Azerbaijan, con la prospettiva di almeno un giorno e mezzo disponibile per visitare una città dove non sono mai stato e, se possibile, provare ad assaporare un po’ dell’aria scacchistica dove sono nati campioni come Kasparov, Radjabov e Gashimov.

Giovani scacchisti a Baku

UnoScacchista a Leuven

Sabato 18 Giugno, mattina, interno giorno. Sono nell’angolo più luminoso del pub sotto il mio albergo, in attesa di lasciare Leuven dopo un intensissimo venerdì scacchistico. Il cielo, regolarmente coperto, alterna squarci di luce vivissima a scrosci di pioggia nervosa mentre la cittadina vive lenta la mattina di attesa della critica partita Belgio-Irlanda del pomeriggio, con i ciclisti che sfrecciano a frotte lungo le vie e attraverso Piazza Grande (Grote Markt): per un pedone non abituato, è quasi più pericoloso che attraversare Piazza Venezia a Roma!

Leggi cosa è successo a Leuven

Powered by WordPress.com.

Up ↑