Il #GrandChessTour attraversa l’Oceano

(Uberto D.)
Il fitto calendario del 2018 non sembra ammettere pause. Pochi giorni di riposo dopo Biel e già si passa dall’altra parte del “Pond” (lo stagno, come viene colloquialmente chiamato l’Oceano Atlantico dagli anglosassoni) per l’accoppiata dei tornei di Saint Louis validi per il Grand Chess Tour 2018.

[Nell’immagine di apertura, una scacchiera autografata dai giocatori del Saint Louis Rapid & Blitz del 2017]

La città del “Gateway Arch” è da anni la capitale degli scacchi negli Stati Uniti ed ospita quest’anno due eventi in rapida successione: il Saint Louis Rapid & Blitz 2018 e la Sinquefield Cup 2018, entrambi validi per la definizione della classifica del Grand Chess Tour.

Parliamo oggi del torneo Rapid & Blitz. Come già per i tornei di Leuven e Parigi, al torneo partecipano i 9 giocatori che competono per la classifica finale: Alexander Grischuk, Fabiano Caruana, Hikaru Nakamura, Levon Aronian, Maxime Vachier-Lagrave, Shakhriyar Mamedyarov, Sergey Karjakin, Viswanathan Anand e Wesley So. Per questo torneo si aggiunge, come Wild Card, Leinier Dominguez, giocatore cubano in procinto di trasferirsi negli USA (vedi più avanti).

Il calendario del torneo si articola su 5 giorni di gioco, sulla falsariga dei tornei europei del GCT: si inizia con i 9 turni Rapid giocati in 3 giorni e si finisce con due giornate da 9 partite blitz ciascuna.

Il torneo si giocherà al Saint Louis Chess Club, che dal 2008 costituisce un punto fermo del panorama scacchistico statunitense, ospitando sempre molte manifestazioni di alto livello.

Ricordiamo la classifica del Grand Chess Tour dopo il torneo Rapid & Blitz di Parigi.

I primi 4 classificati dopo Saint Louis giocheranno i match di semifinale e finale al London Chess Classic: il Rapid & Blitz è già ultima spiaggia per gli ultimi 4 campioni, tra cui due tra i giocatori più vittoriosi dell’anno, Caruana e Mamedyarov.


La partecipazione di Leinier Dominguez non è casuale: al momento è terzo nella classifica mondiale Rapid e anche nel 2017 partecipò al Saint Louis Rapid & Blitz nell’edizione resa famosa dalla partecipazione di Garry Kasparov. Eppure il cubano è attualmente definito come “inattivo” nella classifica FIDE a cadenza classica, visto che non gioca un torneo a tempi lunghi da Novembre 2016 quando partecipò al 32ª Campionato Europeo per Circoli che si svolse a Novi Sad. Il motivo di questa sua lunga assenza è il rispetto di una delle condizioni poste dalla FIDE per consentire il cambio di Federazione senza il pagamento degli oneri di trasferimento e compensazione: due anni di assenza dalle competizioni valide per l’Elo FIDE.

Leinier Dominguez durante il GCT 2017 (Foto di Lennart Ootes dal sito ufficiale)

Nel caso di Dominguez, il passaggio dalla federazione cubana a quella USA ha significato niente grandi tornei, niente Olimpiadi, niente FIDE World Cup, quindi, ma solo tornei Rapid o Blitz. Certo che alla fine di questo periodo, gli Stati Uniti avranno una squadrone ancora più forte di quello che andrà a Batumi per le Olimpiadi e che è già in grado di togliere alla Russia (per la prima volta nella storia delle Olimpiadi) la posizione di n.1 nella classifica per Elo medio (2777 contro 2767).

3 thoughts on “Il #GrandChessTour attraversa l’Oceano

Add yours

  1. Pregiatissima redazione di Uno Scacchista,
    Vi ringrazio per i sempre graditi articoli e mi permetto un suggerimento:
    se nel testo degli articoli inseriste la data di pubblicazione, agevolereste nella ricerca cronologica chi come me li conserva.
    Uno scacchistico saluto
    Pietro Conti

    1. Grazie Pietro per i complimenti e per il suggerimento.
      Al momento, come avrai notato, la data viene inserita automaticamente nella introduzione ai post (che compare nella homepage del blog) e in fondo ad ogni post (qui sopra, prima dei commenti e di fianco alla breve descrizione dell’autore). E’ inserita automaticamente e quindi non richiede all’autore di inserirla manualmente al momento in cui viene decisa la scaletta di pubblicazione, né di modificarla se per qualche motivo un post viene programmato in una data diversa da quella originariamente prevista.
      Insomma, capiamo il motivo della tua richiesta, ma per praticità e affidabilità (inserire la data “a mano” può portare a dimenticanze o errori), preferiamo rimanere con il sistema attuale. Sono sicuro che non sarà un grande sforzo per te aggiungere la data manualmente al nome del file o salvare anche il pié di pagina dove c’è la data.
      In alternativa, puoi salvare il link al post, perché contiene sempre, per nostra scelta, la data in cui il post è stato pubblicato. Il formato è “https://unoscacchista.com/AAAA/MM/GG/Titolo-del-post/”.
      Contraccambiamo i saluti scacchistici.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: