Uno Scacchista

Annotazioni, Spigolature, Punti di vista e altro da un appassionato di cose scacchistiche

Carlsen vince il Meltwater Champions Chess Tour

4 min read

(Unoscacchista)
Carlsen ha vinto la prima edizione del Meltwater Chess Champions Tour, con una prestazione solida (anche se abbastanza rilassata negli ultimi turni) nelle finali giocate dal 25 settembre al 4 ottobre. Dopo un totale di 10 tornei e quasi 10 mesi di tornei (la prima tappa fu giocata  anovembre 2020), il norvegese ha sfruttato il vantaggio di punti accumulato durante il Tour ed è arrivato davanti ad un arrembante Radjabov e ad Aronian, che ha sopravanzato proprio all’ultimo turno uno svogliato Wesley So.

I 10 giocatori in lizza per le finali erano Carlsen, So, Aronian, Radjabov, Giri, Nakamura, Artemiev e Vachier-Lagrave (qualificati dalla classifica del Tour dopo le 9 tappe giocate), a cui si erano aggiunti Mamedjarov e Duda selezionati dagli organizzatori come Wildcards. Ecco la classifica del tour.

Classifica finale del Meltwater Champions Chess Tour

Do notare che Vachier-Lagrave sembra aver preso l’abitudine di subentrare dopo la rinuncia di uno dei giocatori qualificati: se la sua partecipazione al torneo dei Candidati fu possibile in qualità di prima riserva dopo la rinuncia di Radjabov, qui è stato Nepomniachtchi a rinunciare e far giocare il francese come primo degli esclusi.

Secondo le regole del torneo, i giocatori non hanno iniziato le finali con zero punti, ma con una “dote” calcolata sulla base dei punti accumulati durante il Tour. Ecco quindi come appariva la classifica prima dell’inizio delle finali.

Questo stesso ordine ha definito l’ordine di sorteggio nel tabellone degli scontri nei 9 turni all’italiana. Ogni incontro è stato giocato sotto forma di match Rapid di 4 partite, con 3 punti per il vincitore. In caso di parità, si è poi proceduto a giocare uno spareggio blitz seguito, ove necessario, da una partita Armageddon: il vincitore dello spareggio ha ottenuto 2 punti e lo sconfitto 1 punto.

E’ chiaro che il vantaggio in partenza di Carlsen lo rendeva ancora più favorito di quanto le sua capacità lo facessero preferire, ma comunque il torneo è stato sempre vivace, sia per la sconfitta inflitta al norvegese da Artemiev al 4° turno, sia per l’inizio promettente di So.

Il vincitore del Grand Chess Tour ha invece progressivamente perso lo smalto che ne ha caratterizzato il 2021, finendo per perdere 3 degli ultimi 4 match, consegnando la vittoria matematica a Carlsen con 3 turni di anticipo.

Impressionante il torneo di Radjabov che è stato l’unico a terminare imbattuto nei match su 4 partite (ma ha perso tutti e 3 gli spareggi che hanno seguito le sue patte con Artemiev, Nakamura e Giri). Sì, avete capito bene: Radjabov ha battuto Carlsen, So e Aronian arrivando secondo nel Tour e primo nel torneo.

Ecco il tabellone completo delle finali, da cui si può vedere che Carlsen, oltre alla sconfitta con Artemiev e Radjabov, ha perso anche il match con Aronian (anche se gli ultimi due sono stati giocati a risultato finale già acquisito). A vittoria già conquistata, comunque, il norvegese ha tenuto a battere So, ovvero colui che più a lungo lo ha insidiato nella classifica del tour.

Questa la classifica del torneo di finale, vinto, come detto da Radjabov.

Sempre meritevole di citazione il russo Artemiev che, subentrato tardi nel Tour, non solo si è qualificato per le finali giocando solo 3 delle 9 tappe, ma è anche giunto a metà classifica nel torneo di finale.

La classifica finale del Meltwater Chess Champions Tour è quindi la seguente:

Impossibile riassumere in un post tutte le vicissitudini del torneo e mostrare le molte partite interessanti, ma penso che sia d’obbligo riportare una partita del vincitore. Ho scelto proprio la prima del match del primo turno, giocata contro il polacco Duda: dopo aver visto interrotta la sua striscia di imbattibilità da Duda nel 2020 ed aver perso contro di lui il match di semifinale della FIDE World Cup 2021, il Campione del Mondo non ha perso occasione di cercare una rivincita sportiva in ogni momento che questa gli si è presentata.

Carlsen, Duda e Giri hanno giocato le finali online, ma tutti negli studi di Oslo, per cui hanno potuto “stringersi la mano” di persona.

Ecco come Carlsen ha battuto Giri nella prima partita di spareggio del sesto turno.

Abbastanza impressionante per una lampo!


Arrivederci nel 2022

La formula del Tour è stata ritenuta un successo dagli organizzatori e dagli sponsor, tanto che è stata già annunciata l’edizione 2022, che inizierà a Febbraio. Fino ad allora, il vero “dominus” della manifestazione, Carlsen, sarà impegnato nella difesa del titolo contro Nepomniachtchi e nel recupero delle forze.

Arrivederci nel 2022

[Tutte le immagini di questo post sono state recuperate dai canali social del Meltwater Chess Champions Tour e da Chess24.com]


Articoli precedenti pubblicati su UnoScacchista

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: